Virgin porta il WiFi in treno

Virgin non è solo una bibita, non è solo una casa discografica e non è solo una compagnia d’aerei: ci sono anche i treni Virgin, i cosiddetti ‘Virgin Pendolino’ derivati dal prodotto originale del treno di ideazione italiana. L’eclettico Richard Branson, il numero uno dell’impero Virgin, vuole ora portare in treno un servizio la cui

Virgin non è solo una bibita, non è solo una casa discografica e non è solo una compagnia d’aerei: ci sono anche i treni Virgin, i cosiddetti ‘Virgin Pendolino’ derivati dal prodotto originale del treno di ideazione italiana. L’eclettico Richard Branson, il numero uno dell’impero Virgin, vuole ora portare in treno un servizio la cui domanda è fuor di dubbio: la connettività WiFi per gli utenti in viaggio.

L’obiettivo è quello di fornire una connessione stabile e capace agli utenti durante tutto il viaggio, in ogni condizione di percorrenza ed in ogni singolo tunnel. Grazie ad un accordo con Nomad Digital i treni Virgin potranno avere banda tramite WiMax per poi redistribuirla tra le carrozze. Il servizio non è totalmente una novità, ma in questo caso la copertura verrà estesa anche fuori dalle tratte più frequentate e nel tempo andrà a contemplare tutta la rete Virgin.

I responsabili del progetto hanno individuato nella banda disponibile il più importante collo di bottiglia in fase di utilizzo in quanto la fame di banda dell’utenza è sempre più ampia e la tecnologia attuale delle reti non è ancora tale da coprire con tranquillità le necessità dei viaggiatori. La copertura sarà al momento riservata alle carrozze di prima classe ed i lavori necessari all’avvio del servizio dovrebbero terminare entro il 2007. Non è ancora stato comunicato il prezzo per l’accesso al servizio.

Ti potrebbe interessare