QR code per la pagina originale

Xbox Live, un blockbuster in salotto

Microsoft userà il proprio servizio Xbox Live Marketplace per portare nelle case degli utenti prodotti televisivi o cinematografici in libero acquisto ed adoperabili tramite la console dedicata al gioco. I costi del servizio non sono stati ufficializzati

,

I crismi dell’ufficialità scendono sul rumor che da tempo attornia il mondo della Xbox 360: la console di casa Microsoft, per sua natura già predisposta per una connessione semplice con il televisore di casa, diventerà il tramite in grado di portare prodotti televisivi e cinematografici nel salotto degli utenti. Il dispositivo nato per contrastare la PlayStation e far salire Microsoft sul carro del gaming assume oggi doppia valenza andando a contrastare le ambizioni di video store palesate da Apple con iTunes.

Lo smercio dei contenuti video avverrà tramite Xbox Live Marketplace. Il tutto sarà inizialmente limitato alla sola utenza statunitense, ma già Microsoft spiega che Xbox Live arriva in 25 paesi in tutto il mondo e dunque l’estensione del servizio non può che essere prossima. Il 22 Novembre è il giorno in cui si taglieranno i nastri inaugurali del servizio: gli utenti interessati dovranno avere in possesso un apposito hard drive esterno da collegare alla console, periferica su cui alloggeranno i film una volta scaricati. Ogni contenuto acquistato potrà essere visionato nell’arco di 24 ore dall’inizio della visualizzazione stessa, mentre ampia libertà è concessa per quanto concernente la tempistica tra l’acquisto e l’uso del prodotto.

Xbox Live Marketplace (by Engadget)

Xbox Live Marketplace

Il comunicato ufficiale Microsoft punta i riflettori sulle novità assolute introdotte dal servizio: per la prima volta gli utenti potranno integrare il gaming con l’intrattenimento, ivi compresa la riproduzione di musica e film ad alta definizione; per la prima volta la CBS metterà a disposizione per l’acquisto programmi quali CSI, Numb3rs o Star Trek; per la prima volta si potranno seguire competizioni Nascar in questa modalità. Eccetera. Microsoft ha siglato accordi già con gruppi quali CBS, MTV Networks, Paramount Pictures, Turner Broadcasting, UFC e Warner Bros, il che porterà sulla piattaforma anche film come “V for Vendetta”, “Superman Returns”, “Misson Impossible 3” o “Batman Forever”. Il botteghino è destinato ad arricchirsi con il passare del tempo: entro fine anno Microsoft promette già 1000 ore di contenuti disponibili, 200 delle quali in alta definizione.

L’unica cosa ancora non ufficializzata da Microsoft è il prezzo di distribuzione dei vari prodotti. Microsoft spiega che il livello sarà competitivo con quelli concorrenti, il che lascia presumere qualcosa come 2 dollari per i prodotti televisivi e 4 dollari per quelli cinematografici (affitto da 24 ore). In tal senso è possibile che il tutto non venga però rivenduto a dollari, quanto piuttosto in “Microsoft point”, la moneta virtuale peraltro adoperata anche per il Zune Marketplace di prossima inaugurazione.

Video:Netflix Calibrated Mode sulle TV Sony Bravia