QR code per la pagina originale

Modem analogici più veloci di quelli Adsl?

,

Così sembrerebbe da alcuni slogan di alcuni portali che offrono servizi di “Internet con il Turbo”, dove promettono di far arrivare le velocità di un 56K (classico modem analogico) al pari di quelle dell’Adsl!
Magia? Incredibile scoperta tecnologica che tutti noi ignoravamo?
Assolutamente no, si tratta anzi di un “trucchetto” tecnico piuttosto banale che adesso viene offerto come un prodigio tecnico.

Intendiamoci, non voglio generalizzare parlando di comportamento sopra le righe di alcune di queste offerte, ma permettetemi di affermare che vedere slogan del tipo: “veloce come un’ Adsl”, francamente mi trova piuttosto perplesso. Ma tecnicamente che servizio è?
Nulla di clamoroso dicevo, si tratta di un normale procedimento di compressione dati che permette di alleggerire le pagine web che voi andate ad aprire.

Normalmente viene diminuita la qualità delle immagini di una pagina cosa che permette di risparmiare notevolmente sul peso in Kb.
Vien da se, che se attualmente una pagina internet pesa sui 100kb e con una connessione analogica la apriamo in 20 secondi circa, con gli accelleratori la pagina pesando la metà, la potremo aprire nella metà del tempo.

Svelato il trucchetto, c’è da chiedersi se effettivamente vale la pena spendere qualcosa di più per sfruttare questo servizio.
Secondo me no. Ne ho provati alcuni di questi servizi per curiosità, soprattutto quando erano offerti gratis (adesso che sono a pagamento non li testo più) e devo dire che il guadagno di velocità non è così clamoroso e viceversa la qualità grafica delle pagine diminuisce di molto.

Al giorno d’oggi tutti i siti anche quelli meno curati, offrono sempre una grafica di una certa qualità e risulta davvero un peccato vederli a bassa risoluzione solo per risparmiare qualche secondo nell’apertura della pagine.
Non è promettendo velocità di navigazione fino a 6 volte più veloci dello standard che si conquista un cliente, perchè di fatto la banda della connessione è sempre quella. Forse (polemizzo un pò) si cerca di tenere buono l’utente non coperto dalla banda larga illudendolo di avere comunque una super connessione anche se non è di fatto un’ Adsl vera…?

Video:Misura Internet, il test di AGCOM per l’ADSL