QR code per la pagina originale

Nuova release per Parallels Desktop

,

Avanquest software rilascia il nuovo aggiornamento di Parallels Desktop, il software che permette di emulare tutti i sistemi operativi basati su processori Intel come Windows e Linux, disponibile per tutti i nuovi computer Apple.

Questo software, simile nelle funzionalità a BootCamp, il software per l’emulazione dei sistemi operativi non Apple, ha dalla sua la semplicità di utilizzo, poichè permette il multi tasking dei sistemi operativi come fossero applicazioni, mantenendo però OsX sempre attivo in background.

La nuova release del software, uscito da pochi mesi e già diventato uno degli applicativi di riferimento per gli utenti Mac, è ancora in versione Beta e promette nuove features di grande interesse.

L’attenzione è focalizzata sulla nuova struttura, basata sulla funzione denominata Coherence, la quale permette di scindere i sistemi operativi fra di loro, permettendo per esempio di utilizzare un applicazione only-windows, come ad esempio Microsoft Access, sulla finestra classica di Mac OsX. Oltre all’applicazione viene riportata anche la barra di stato di Windows e il menu Start.

Una vera e propria fusione del meglio dei vari sistemi operativi: questo permette un risparmio notevole di tempo, un ordine e un raggruppamento degli strumenti digitali che di sicuro sono di aiuto a coloro i quali sono legati a più piattaforme per motivi di compatibilità software.

Fra le migliorie e la correzione dei vari bug presenti ci sono da segnalare il supporto ai dispositivi USB 2.0 in modalità plug’n’play, il drag and drop dei documenti fra le varie scrivanie e la compatibilità con il nuovo Os di Redmond, Windows Vista.

Da segnalare anche la funzione Transporter che permette di migrare vari sistemi operativi e loro settaggi da immagini disco a immagini Parallels ready, utili per esempio per trasportare alcune macchine virtuali da altri sistemi di emulazione come VmWare o VirtualPC.

Ho installato Parallels Desktop da qualche mese, da quando ho acquistato il nuovo Macbook Pro e devo dire che ho quasi dimenticato il Pc desktop che usavo per quelle poche applicazioni che non girano su Mac OsX (Access, Explorer 6 Win e un CAD).

Complimenti agli sviluppatori di Avanquest, poichè sono riusciti a realizzare un prodoto veramente importante e di successo fin da subito, andando a colpire nel centro di alcuni problemi che legavano gli utenti Mac ad un altro hardware con installato Windows.

Video:Il nuovo Raspberry Pi Model A+