QR code per la pagina originale

Il mercato delle ADSL è zavorrato!

,

Le zavorre informatiche nella nostra nazione sappiamo che sono pesanti e si manifestano principalmente in due campi: ridotta alfabetizzazione informatica e obsolescenza della rete italiana. Questi due fattori negativi e cronici penalizzano non solo lo sviluppo ma anche il mercato delle ADSL.

Si sa che da tempo siamo agli ultimi posti nelle classifiche inerenti l’Europa centro-occidentale e anche i segnali di crescita non sono poi così incoraggianti. Dal sito osservatorio banda larga che collabora con il ministero delle telecomunicazioni possiamo trovare alcuni dati molto interessanti.

Intanto vediamo subito che il mercato delle ADSL non può che avere una crescita nell’immediato futuro. Ad oggi soltanto il 27% delle famiglie italiane dispone di una connessione ad internet e di questi ben il 54% di un’ADSL a consumo, sintomo di un utilizzo molto limitato della connessione.

I dati non possono che far ben sperare i gestori di providers dato che, anche se lentamente, il mercato è in crescita. Se andiamo a guardare il rovescio della medaglia allora vengono fuori le lacune del sistema di telecomunicazioni italiano.

Sempre più spesso la banda effettiva a disposizione degli utenti internet è ben lontana dalla banda teorica contrattuale. Questo sintomo ci dice che la risorse è preziosa e anche allo stato attuale non sufficiente. I provider spesso vendono più banda di quanta non ne dispongano, facendo affidamento sul fatto che gli utenti non la utilizzino tutti contemporaneamente.

A questo criterio è altrettanto importante segnalare che la rete Telecom è rimasta congestionata più volte nel giro di questi ultimi tre mesi, delle volte anche per giorni. Questa congestione impediva ai navigatori di arrivare a molti siti e delle volte è risultato impossibile accedere a qualsiasi sito residente fuori dai nostri confini.

L’Italia è una delle nazioni con una maggiore crescita di numero connessioni ad internet a livello europeo. Viene da chiedersi però se siamo pronti ad un ipotetico boom commerciale in questo settore e cosa succederebbe se dovesse davvero arrivare.

Video:Conio Accelera, i costi di rete