QR code per la pagina originale

Mail contro GMail

,

Qualche anno fa l’idea di paragonare un software e un sito web era improponibile. Invece oggi, in un realtà in cui i servizi web stanno entrando sempre più prepotentemente nello spazio storicamente occupato da altri tipi di software più classici (banalmente quelli che necessitano di un’installazione) l’idea di un confronto non mi sembra più tanto azzardata.

Mail e GMail, oltre al nome, mi sembrano estremamente simili per quanto riguarda la semplicità di utilizzo e la volontà di permettere all’utente di trovare il prima possibile una qualunque e-mail.

Ho usato a fondo entrambe le applicazioni e vorrei cercare di capire con voi (se davvero le rispettive evoluzioni stanno per collidere l’una con l’altra) quale potrebbe avere la meglio (ammesso che, per assurdo, ne debba rimanere solo una).

Mail è indubbiamente più veloce (non sto parlando di ricerca ma di tutto il resto) essendo un’applicazione scritta in linguaggio nativo e sviluppata dagli stessi programmatori che hanno realizzato il sistema operativo su cui poggia. D’altro canto GMail, pur vivendo nell’era dell’ADSL e presentando un’interfaccia velocissima, rimane pur sempre un servizio remoto e quindi leggermente più lento.

La facilità di utilizzo mi sembra ottima in entrambe, tuttavia gli sviluppatori di GMail hanno avuto la geniale idea di raggruppare i messaggi in base alle discussioni mentre Mail si limita a evidenziare tutte le mail inviate dallo stesso mittente del messaggio correntemente selezionato. In tal caso mi sembra più avanzata la scelta della grande G.

Parlando di ricerca l’argomento diventa rischioso, paragonare la tecnologia di Spotlight con quella di Google va oltre le mie capacità, tuttavia, da osservatore, posso affermare che non ho notato tempistiche troppo differenti nei due sistemi di ricerca (sempre nel contesto delle mail).

Video:Google lancia Gmailify