QR code per la pagina originale

Microsoft OneCare è un prodotto incompleto

Nel corso del Cebit 2007 Arno Edelmann, security manager di Microsoft, ha affermato che Microsoft OneCare è un prodotto ancora incompleto e ben lungi dall'essere perfetto. I lavori sono comunque in corso e la prossima versione potrebbe portare buone nuove

,

Arno Edelmann, European business security product manager per Microsoft, ha rilasciato una intervista in esclusiva per ZDnet nel quale affronta alcune problematiche legate al discusso antivirus del proprio gruppo. Il problema principale sarebbe stato individuato nella difficoltà di interazione tre il core di OneCare, basato sull’antivirus acquistato da GeCAD nel 2003, e i mail server di Microsoft. Secondo Edelmann, infatti, gli update Microsoft e l’infrastruttura dei mail server non vanno troppo d’accordo: «è un problema con gli aggiornamenti e c’è un problema di implementazione», ha affermato Edelmann. Se le mail vengono ricevute in un server basato su Exchange 2007 non ci dovrebbero essere problemi, ma se invece il tutto è basato sulla versione 2000/2003 del mail server, il rischio di quarantena diventa molto elevato.

Il security manager di Microsoft ammette il prematuro rilascio del loro software antivirus: «One Care è un prodotto nuovo, non avrebbero dovuto rilasciarlo quando è stato rilasciato. Però al momento stanno sistemando tutti i problemi individuati». Come ulteriore “giustificazione” Edelmann aggiunge che Microsoft non è una compagnia dedita alla sicurezza ma che la sicurezza, seppure importante, è solo una piccola parte di quello che Microsoft fa. Eugene Kaspersky, fondatore dell’omonima società russa produttrice di prodotti per la sicurezza informatica, in risposta a queste affermazioni ha quindi ironicamente dichiarato: «Microsoft, benvenuta nel nostro business».

Non è la prima volta che OneCare dimostra di avere dei problemi: in Febbraio non ha ottenuto la certificazione VB100 dal Virus Bullettin, è stato giudicato inefficiente nel proteggere al meglio gli utenti di Windows Vista e ultimamente ha manifestato la brutta abitudine di mettere in quarantena (o addirittura eliminare) i file del profilo di Oulook/Outlook Express. È attesa comunque per il terzo trimestre del 2007 la versione 2.0 con cui a Redmond si conta di zittire le voci dei detrattori attuali.