QR code per la pagina originale

MySpace cavalca le presidenziali del 2008

Con il nuovo canale denominato Impact Channel, MySpace sarà una delle piattaforme fondamentali per la comunicazione politica, per il dibattito e per la promozione dei vari candidati alle prossime elezioni presidenziali USA del 2008

,

Anche se le prossime elezioni presidenziali si svolgeranno solo nel 2008, da tempo sono iniziate in America le campagne elettorali dei vari candidati. E ora anche MySpace entra a far parte degli strumenti di promozione politica. Il sito di social networking di proprietà di Rupert Murdoch ha infatti messo a punto un canale (denominato Impact Channel) dedicato alle elezioni, ai candidati e al loro rapporto con i votanti.

Impact Channel riunisce in un’unica schermata tutti gli attuali candidati alle presidenziali (ovvero i candidati alle primarie democratiche e repubblicane), fornendo per ognuno il collegamento al proprio spazio personale all’interno di MySpace dove, al pari di tutti gli altri utenti, i candidati postano quello che vogliono (o quello che il loro entourage vuole postare), stringono rapporti, ricevono messaggi eccetera.

Oltre a fornire informazioni e contatti con i candidati, Impact Channel contiene servizi per le elezioni quali la possibilità di registrarsi per il voto direttamente online (il sistema elettorale americano prevede che non si possa votare se non si è regolarmente registrati per il voto) e organizzare campagne di fundraising da internet (aspetto fondamentale per il sistema politico statunitense).

Impact Channel

Impact Channel

Chris Wolfe, CEO di MySpace, non ha dubbi sulle potenzialità dell’iniziativa: «essendo il sito più trafficato del paese, MySpace giocherà un ruolo fondamentale nelle prossime elezioni. I nostri banner digitali saranno i cartelloni pubblicitari del 21esimo secolo e i nostri video politici saranno la campagna elettorale del futuro». E non è solo mera pubblicità alla propria azienda quella che fa Wolfe: molti analisti infatti concordano nel sostenere che l’impatto di MySpace (con i suoi 64,4 milioni di visitatori unici) potrebbe essere fortissimo, specialmente per come il social network può avvicinare alla politica fette di popolazione che solitamente vi sono estranee e non votano, quali ad esempio i giovani tra i 18 e i 24 anni (target prediletto del sito di Murdoch).

Ancora più definitivo è il parere di Andrew Raej, co-fondatore di TechPresident.com: secondo quanto riportato da WebProNews «Impact Channel confermerà una volta per tutte come Internet non sia solo un’aggiunta nel tradizionale panorama della politica, ma un campo di battaglia nuovo e distinto, il principale centro di attività per le presidenziali del 2008, dove i contenuti prodotti dai votanti daranno forma al dibattito e potranno influire sul risultato finale in modi che ancora la politica non comprende».

Video:Chef Barbieri e Learning360 Award Pasquale Ruju