QR code per la pagina originale

Configurare Skype su tutti i Pc della rete

,

Gli amministratori di rete, si sa, non vedono di buon occhio i software Voip o di messaggeria istantanea usati dai dipendenti all’interno delle reti aziendali. Sia per questioni di sicurezza sia per questioni di qualità del servizio: un uso non corretto di questi software – pensiamo allo scambio file – potrebbe facilmente degradare le prestazioni della rete.

Su Skype il problema si fa un po’ più complicato. Il software, per la connessione alla sua rete Peer to Peer, utilizza infatti una combinazione di sistemi che difficilmente possono essere bloccati da firewall tradizionali. In più il software, sotto determinate condizioni, può assumere i compiti di cosiddetto Supernodo. Rimandando alla guida Skype per amministratore di sistema [Pdf] l’approfondimento su questo tema, diciamo che un client Skype eletto Supernodo spreca più banda e risorse dei Pc su cui è installato. Insomma, un incubo per qualsiasi amministratore. Ma a tutto c’è un rimedio…

È la stessa Skype che, a partire dalla versione 3, mette a disposizione un sistema che permette agli amministratori di sistema di configurare Skype su tutti i computer dell’azienda, impostandone i permessi e definendone le regole di connessione. Con questo sistema è possibile infatti impedire a tutti i computer aziendali di scambiare file con Skype, di assumere le funzioni di Supernodo, di collegarsi attraverso determinate porte di rete e decine di altre opzioni. Una manna per chi vuole avere la propria rete sotto controllo.

Il sistema si basa sul servizio Active Directory di Windows e sull’uso di un file di modelli amministrativi (file .Adm: Administrative Template Files) distribuito da Skype stessa. L’uso all’interno di un dominio Active Directory è molto semplice. Dalle proprietà del dominio è necessario scegliere i “Criteri di Gruppo” e, cliccando con il pulsante destro su “Modelli amministrativi” sotto la voce “Configurazione computer”, scegliere “Aggiunta/Rimozione modelli”. Dopo aver caricato il file .adm segnalato poco sopra dovreste avere nei criteri di gruppo un nuovo pacchetto di opzioni chiamato Skype con dentro tutte le configurazioni da applicare al volo a tutti i computer del dominio. Sul sito della Microsoft sono disponibili approfondimenti sui file di modelli amministrativi.

Va anche ricordato che, dalla versione 3, Skype viene anche distribuito come pacchetto MSI (Microsoft Installer), un sistema che, sempre associato ad un dominio Active Directory, consente agli amministratori di sistema di rendere disponibile Skype su tutti i computer aziendali in un colpo solo.