Tim: nuovi tagli di ricarica

Dal 2 aprile, la Tim permette di ricaricare la propria prepagata con nuovi tagli di ricarica pensati su misura per ogni singolo cliente. A distanza di un mese dal Decreto Bersani sull’abolizione dei costi di ricarica (diventata ormai legge) la Tim tenta di riconquistare i clienti persi con la MNP con una strategia commerciale molto

Dal 2 aprile, la Tim permette di ricaricare la propria prepagata con nuovi tagli di ricarica pensati su misura per ogni singolo cliente.

A distanza di un mese dal Decreto Bersani sull’abolizione dei costi di ricarica (diventata ormai legge) la Tim tenta di riconquistare i clienti persi con la MNP con una strategia commerciale molto mirata.

Tim, per prima in Italia, permettere di scegliere i tagli di ricarica andando incontro alle esigenze di quei clienti (ragazzi, studenti, ma anche pensionati) che preferiscono ricaricare con tagli minori o che proprio non possono permettersi le ricariche da 50 euro.

Adesso è possibile effettuare ricariche di 5 ? incrementandoli di un euro fino a 10 ?:

  • 5, 6, 7, 8, 9, 10 euro;
  • 20, 30 e 50 euro.

Questi nuovi tagli sono già disponibili presso tutti i centri Tim, tabaccherie, bar, negozi convenzionati, ricevitorie Lottomatica, Sisal e Autogrill.

Di contro la Tim ha temporaneamente sospeso, tramite questi circuiti, le ricariche superiori a 50 euro che adesso sono possibili solo tramite gli sportelli bancomat o tramite il sito della Tim con addebito su carta di credito.

In un periodo in cui altri gestori hanno difficoltà nel recepire il Decreto Bersani, la Tim sembra andare controcorrente.

I Video di Webnews

LG G5, la video presentazione

Ti potrebbe interessare