QR code per la pagina originale

Google investe nella videoconferenza

Google fa propria Marratech, azienda svedese impegnata in tecnologie di videoconferenza oggi distribuite in Italia dalla Magnetic Media. Il client Marratech sarà presumibilmente integrato con gli attuali servizi Google Docs & Spreadsheet

,

Google annuncia tramite il proprio blog ufficiale l’acquisizione di Marratech, azienda svedese impegnata in soluzioni desktop per la videoconferenza. Un breve post firmato Douglas Merrill annuncia l’investimento e dopo pochi minuti il sito ufficiale dell’azienda acquisita già risulta oltremodo rallentato (presumibilmente per un rapido aumento del traffico in entrata).

Software Marratech per la videoconferenza

Software Marratech per la videoconferenza

I dettagli dell’operazione rimangono al momento oltremodo nebulosi, sia per quanto riguarda il profilo economico dell’accordo, sia per le conseguenze concrete e gli obiettivi preposti del gruppo di Mountain View. Al momento le uniche reazioni raccolte sono quelle di Peter Parnes, co-fondatore Marratech, il quale esprime la propria soddisfazione a The Local: «grandioso. È una grande opportunità per noi. Non potevamo sognare un partner migliore».

The Local spiega che il gruppo è stato fondato nel 1998 ed oggi sarebbe stato acquisito per 100 milioni di corone (14.5 milioni di dollari). Per contro il post sul blog Google specifica semplicemente che Marratech rimarrà ad operare in Svezia, senza ulteriori indicazioni circa l’integrazione del software acquisito con i servizi già propri della galassia Google. Le caratteristiche del client lasciano comunque presumere come il client possa rientrare a pieno titolo nell’offerta Google Docs & Spreadsheet, permettendo così la comunicazione audio/video nel contesto di una collaborazione su documenti ed immagini.

Ad oggi il client Marratech (release 6.1) è un tool da 31 Mb disponibile in versione multipiattaforma per utenti Windows (anche Vista), Mac e Linux. L’installazione permette videoconferenze e trasmissioni broadcast, il che ne configura un ruolo sinergico e totalmente complementare rispetto all’attuale offerta Google. Installando il client (disponibile una versione gratuita) è peraltro raggiungibile un servizio di supporto tutto italiano curato da Magnetic Media Network. Il sito ufficiale del gruppo così illustra le qualità del servizio: «grazie alle stanze virtuali (Auditorium) messe a disposizione dal sistema, è possibile formare gruppi di lavoro potenzialmente illimitati. Una volta configurato il server, sarà così possibile invitare colleghi, relatori o clienti a partecipare alla riunione grazie al client gratuito multipiattaforma. All’eccellente qualità audio (paragonabile alla telefonia tradizionale) si somma così la possibilità di vedere il video dei partecipanti e di utilizzare l’innovativa lavagna per le presentazioni».

Supporto italiano Magnetic Media

Ad oggi la tecnologia Marratech è distribuita in duplice versione “free” e “pro” e Google, seguendo un percorso già delineato in passato ad esempio con Google Earth, potrebbe mantenere l’attuale dicotomia. Per quanto concernente la qualità audio, peraltro, il client Marratech già può vantare il supporto Global IP Sound (tecnologia già in uso da Google con Google Talk).

Video:La tecnologia ProPILOT di Nissan LEAF