QR code per la pagina originale

L’evoluzione digitale in Europa

,

Stando ad una recente indagine nell’UE quasi il 20% delle famiglie europee acquista pacchetti di telecomunicazioni e circa il 30% dispone oggi di una connessione internet ad alta velocità in banda larga.

Le principali tendenze presentate in questa ricerca riguardano la convergenza tra telefonia fissa, mobile e internet, sottolineata dal fatto che più del 20% delle famiglie del campione, circa ventisettemila, acquista due o più servizi dallo stesso operatore (ad esempio linea telefonica fissa ed accesso ad internet).

Viene evidenziato inoltre come un numero sempre maggiore di utenti passa dal telefono fisso al telefono mobile ed utilizza quest’ultimo anche per la connettività internet. Ciò è favorito anche dall’introduzione sul mercato di nuovi dispositivi volti alla convergenza su rete mobile, tra questi sono stati presentati allo scorso Cebit i prodotti della 4G Systems.

Nella diffusione della banda larga gli altri paesi europei corrono più dell’Italia verso la piena diffusione e sono comunque più avanti di noi per copertura e prestazioni. In Italia, oltre alla scarsa copertura (“digital divide”), alla mancanza di reti wireless (Wi-Fi e Wi-Max) sembra venir meno anche la connettività in fibra verso le grandi direttrici delle autostrade digitali.

Credo che noi tutti siamo interessati a parametri quale prezzo, servizio ed assistenza. Tutti comprendiamo che maggiore è la diffusione e minore sarà il costo marginale. Già oggi si nota l’uso di singole connettività in modalità condivisa, ad esempio in ambito condominiale, oppure si assiste alla nascita di comunità wi-fi gratuite quali FON.

Riusciranno gli operatori ad accettare la sfida che il mercato sta lanciando? Ed i nostri governanti?

Video:Conio Accelera, i costi di rete