QR code per la pagina originale

Microsoft e Clinton insieme per città più verdi

Microsoft e la Fondazione Clinton hanno stretto un accordo per realizzare una serie di strumenti software in grado di aiutare le città del mondo a monitorare l'emissione di carbone e a condividere idee per la salvaguardia dell'ambiente

,

Microsoft lavorerà con la Fondazione Clinton per realizzare una serie di strumenti gratuiti basati sul web, in grado di aiutare le diverse città del mondo a valutare le emissioni di carbone nell’aria. Il software permetterà di valutare al meglio l’impatto ambientale attuale e l’efficacia dei programmi per la riduzione delle emissioni tossiche in atto, nonchè di partecipare ad una sorta di comunità online, con la possibilità di condividere con le altre città interessate idee e iniziative volte alla salvaguardia dell’ambiente.

Il progetto rientra in un insieme organico di iniziative illustrate dal presidente Bill Clinton nel corso del “C40 climate summit” di New York e volte a migliorare l’impatto ambientale di 16 città tra cui New York, Chicago, Houston, Toronto, Mexico City, Londra, Berlino, Tokyo e Roma. Bruce Lindsey, chief executive della Fondazione Clinton, ha affermato: «il nuovo software costituirà una risorsa importante nel nostro lavoro con le città di tutto il mondo per cercare di combattere l’aumento globale della temperatura in modo pratico, misurabile e significativo». Le aree urbane consumano infatti il 75% dell’energia prodotta nel mondo ed emettono l’80% dei gas responsabili dell’effetto serra.

Microsoft fornirà le soluzioni adeguate gratuitamente e spera di riuscire a renderle operative entro la fine del 2007. Non sono stati divulgati molti dettagli sulla tipologia degli strumenti che verranno forniti, ma certamente si tratterà di tool basati sul web, accessibili tramite un browser Internet, e finalizzati allo scambio di idee e suggerimenti tra le città di tutto il mondo.

Video:Google Traduttore e Android: 100 miliardi di parole