QR code per la pagina originale

Caplio GX100 da Ricoh

,

Forse non tutti conosceranno la casa madre della Caplio GX100, ma la Ricoh è leader mondiale nella produzione di Hardware e periferiche x PC e solo recentemente ha cominciato a cimentarsi nella produzione di digitali, devo dire con un discreto successo.

Presentata alla fine del mese scorso la Caplio GX100, erede della GX8, è la prima fotocamera compatta a poter prevedere l’uso di un mirino elettronico staccabile, da applicare sulla slitta del flash

Questa però non è l’unica novità, al suo interno è presente un sensore capace di registrare immagini fino a 10.1 megapixel, un CCD in formato 1/1.75″, che si contrappone con l’attuale corsa a sensori sempre più piccoli.

Interessante anche l’ottica, dove il punto di forza è rappresentato dallo stabilizzatore che muove il sensore per controbilanciare anche le mani più tremanti, infine, le sensibilità variano da 80 a 1600 ISO e i tempi di esposizione sono compresi tra 1/2000 a 180 secondi; tutto questo garantisce una resa della fotografia di alto livello considerato anche la possibilità di scattare foto in formato non compresso (RAW).

Al suo esterno oltre uno zoom ottico 3x (l’obiettivo garantisce un grandangolo di ottima qualità per una compatta), notiamo un LCD da 2,5 pollici con circa 230.000 pixel e un alloggiamento per schede di memoria SD e SDHC.

Per concludere questa piccola-grande compatta è pensata per chi non si accontenta, anche se i cittadini europei dovranno pazientare in quanto, attualmente, è distribuita solo in Giappone.

Video:La suite Office 2016 di Microsoft per OS X