QR code per la pagina originale

Google cresce anche in Aprile

Google, il motore di ricerca più utilizzato al mondo, incrementa ulteriormente il suo predominio e rinnova il servizio Google Trends. Il portale MSN di Microsoft accusa invece un leggero ribasso mentre Yahoo tiene il passo riconquistando un piccolo 0.1%

,

NetRating, gruppo globale attivo nelle analisi e ricerche su internet, ha divulgato i dati per quanto riguarda i motori di ricerca più utilizzati negli Stati Uniti nel corso di aprile 2007.
Indiscusso vincitore della classifica risulta ancora una volta Google: il famoso motore di ricerca ha infatti gestito il 55.2% delle ricerche su Internet (corrispondenti a qualcosa come 3.8 miliardi di query di ricerca) aumentando ulteriormente la sua quota di utilizzo che nel mese di marzo si attestava sui 53.7 punti percentuali.

Yahoo, il secondo motore più utilizzato, ha gestito 1,5 miliardi di ricerche rappresentando così il 21.9% dell’intero mercato delle ricerche e migliorando la sua quota rispetto al 21.8% totalizzato nel mese di marzo.
MSN, il portale di Microsoft dedito alle ricerche, perde invece una piccola quota di mercato passando dal 10.1% registrato nel mese di marzo al 9%.
AOL rimane al quarto posto nella classifica con un utilizzo del 5.4% rispetto al 5.8% del mese precedente mentre Ask.com rimane fermo al quinto posto contando sui propri server l’1.8% delle query di ricerca.

Google continua intanto il suo processo di rinnovamento ampliando il servizio Google Trends e introducendo la possibilità di conoscere le 100 parole più ricercate dagli utenti statunitensi del popolare motore. Viene offerta la possibilità di specificare una data per vedere in che posizione si trovavano le parole in una determinata giornata dell’anno. L’analisi presenta inoltre link a news, blog e messaggi inerenti alle parole top e in grado di illustrare il contesto del loro utilizzo. La lista non include però le parole chiave a carattere pornografico o considerate “inutili” ai fini dello “Zeitgeist”, come ad esempio “weather”, “MySpace” etc.

Video:Amazon Echo Plus: smart speaker per smart home