Ritorno al passato – Lo schermo di messa a fuoco

La cosa che mi è mancata di più nel passaggio dalla mia vecchia fotocamera tradizionale alla reflex digitale è stata la mancanza del sistema di messa a fuoco a immagine spezzata. Mettere a fuoco in manuale con una delle moderne reflex digitali è piuttosto difficile perchè nella maggior parte dei casi è semplicemente assente un

La cosa che mi è mancata di più nel passaggio dalla mia vecchia fotocamera tradizionale alla reflex digitale è stata la mancanza del sistema di messa a fuoco a immagine spezzata.

Mettere a fuoco in manuale con una delle moderne reflex digitali è piuttosto difficile perchè nella maggior parte dei casi è semplicemente assente un qualsiasi meccanismo che dia un riferimento preciso.

Così sono rimasto sorpreso quando ho scoperto che è possibile integrare nella propria fotocamera il caro vecchio schermo di messa a fuoco a immagine spezzata e corona di microprismi.

Se come me ricordate i vecchi tempi con un po’ di rimpianto, date un’occhiata al sito della Katz Eye Optics che produce e vende direttamente diversi modelli di schermi di messa a fuoco.

Se la vostra fotocamera è supportata potrete scegliere tra diverse geometrie anche se sembra che, vista la mole di ordini che hanno, ci sia da aspettare un paio di settimane per quelle meno comuni.

Credo che ci farò un pensierino, il costo di circa 100 dollari (più spese di spedizione) penso sia accettabile. L’unica preoccupazione è sull’assemblaggio. Bisognerà prendere un pò di coraggio e assumersi qualche piccolo rischio…

Voi che ne pensate? Siete d’accordo con me sulla sua utilità?

Ti potrebbe interessare
Microhoo atto quinto? Tutta una farsa
Business

Microhoo atto quinto? Tutta una farsa

Secondo il Times online Microsoft avrebbe preparato una manovra d’accerchiamento per entrare indirettamente nella proprietà Yahoo prendendone il controllo e forzando un accordo decennale sul search advertising. All Things Digital, però, smentisce tutto