QR code per la pagina originale

Shift, e il pennino non serve più!

,

La competitività di un’azienda passa anche per la sua capacità di innovare e anche il colosso come la Microsoft non può sottrarsi a questa legge.

Di tanto in tanto escono infatti idee interessanti dai suoi laboratori, idee che se hanno la capacità di passare dallo stadio prototipale a quello di prodotto finito, conoscono poi una fortissima diffusione, in virtù della posizione dominanti di questa azienda nel panorama mondiale.

In questo caso stiamo parlando di Shift, una nuovo metodo di puntamento per dispositivi touch screen in generale (siano essi palmari, smarthphone o umpc) che, a detta degli inventori, renderà l’uso del pennino obsoleto in molte situazioni dove invece oggi non se ne può fare a meno.

La peculiarità di questo progetto riguarda appunto quelle situazioni dove l’uso di un dito per interagire con gli elementi dell’interfaccia non è possibile, in quanto questi ultimi sono troppo piccoli o poco visibili.

Shift viene infatti presentato come un sistema di zoom&pan intelligente (si attiva solo quando si tiene tappato sullo schermo per un certo intervallo di tempo), e rispetto ad altri metodi alternativi di puntamento (come l’offset cursor presente nel filmato), ha il vantaggio di non aver problemi se l’elemento da selezionare si trova in basso sullo schermo oppure se non occorre usarlo perchè la zona da tappare è già abbastanza grande.

Un progetto che secondo me promette molto bene, purtroppo però non sono ancora riuscito a capire come diventare beta-tester! Se qualcuno di voi ha notizie in merito, faccia sapere…

Video:Microsoft Research presenta l’app MobileFusion