Foto senza anima

Da quando il digitale ha reso tutti un po’ più fotografi, è iniziata una specie di crociata contro l’uso dei software in fotografia. Basta fare una navigata in internet e curiosare in qualche blog di fotografi, professionisti e non, per capire l’importanza della polemica. Il punto principale della discussione è: il fotografo digitale nei suoi

Da quando il digitale ha reso tutti un po’ più fotografi, è iniziata una specie di crociata contro l’uso dei software in fotografia. Basta fare una navigata in internet e curiosare in qualche blog di fotografi, professionisti e non, per capire l’importanza della polemica.

Il punto principale della discussione è: il fotografo digitale nei suoi scatti non ha il controllo integrale su quello che fa, demanda al software, parte della creazione; chi invece usa l’analogico ha, in camera oscura, la possibilità di seguire, creare e modificare in ogni momento lo scatto donandogli un’anima.

Ma non è solo questo il punto, la cosa che incuriosisce di più riguarda l’uso del bianco e nero. Molti fotografi analogici affermano che l’unica foto possibile in bianco e nero sia quella su pellicola. E’ quindi impossibile avere la stessa potenza di immagine con le scale di grigio digitali? Si può parlare di una nuova tipologia di foto non più in bianco e nero ma semplicemente in grigio?

Ti potrebbe interessare
Un set top box Android anticipa l’arrivo di Google TV
Android

Un set top box Android anticipa l’arrivo di Google TV

Google ha di recente presentato la sua nuova piattaforma televisiva Google TV, che si baserà su sistema operativo Android. Nell’attesa che i partner ufficiali mostrino i primi veri modelli, da Webia Technologies arriva un prototipo di decoder multimediale e media center basato proprio su questa tecnologia.Non si tratta della Google TV vera e propria, ma