QR code per la pagina originale

Computex: Carrellata di memorie DDR3

,

Corsair, Geil, Twinmos, A-Data, Chaintech, sono questi i nomi di alcuni dei più importanti produttori di memorie che, al Computex di Taipei, hanno presentato le loro soluzioni per il nuovo standard DDR3.

Premesso che, al momento, l’unico chipset in grado di supportare lo standard DDR3 è prodotto da Intel (P35 Bearlake) e che quindi i prossimi processori Barcelona e Phenom di AMD non supporteranno questo tipo di memorie, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sulle prestazioni delle soluzioni proposte.

Moduli Corsair:

  • Denominazione: Dominator DDR3, DHX DDR3
  • Frequenza: 1600Mhz, 1333Mhz
  • Timings: 10-8-8-24, 9-9-9-24 rispettivamente
  • Capacità: 1GB, 1GB/512MB rispettivamente

Moduli Geil:

  • Denominazione: Extreme Power DDR3
  • Frequenza: 1500Mhz, 1066Mhz
  • Timings: 6-7-6-20, 6-6-6-20 rispettivamente
  • Capacità: 512MB

Moduli Twinmos:

  • Denominazione: Twinmos DDR3-1333
  • Frequenza: 1333Mhz
  • Timings: 9-nd-nd-nd
  • Capacità: 1GB/512MB

Moduli A-Data

  • Denominazione: nd
  • Frequenza: 1452Mhz
  • Timings: 9-9-9-27
  • Capacità 1GB

Moduli Chaintech:

  • Denominazione: Apogee GT DDR3
  • Frequenza: 1333Mhz, 1066Mhz
  • Timings: 6-6-6-18, 5-5-5-15
  • Capacità: 1GB/2GB

In attesa di conoscere le soluzioni che proporranno altri brand importanti, analizziamo i dati sopra riportati.

L’unico produttore a presentare moduli funzionanti alla frequenza di 1600Mhz è Corsair, che ha inoltre mostrato un sistema equipaggiato con moduli DDR3 funzionanti, in modo stabile, alla frequenza di 2Ghz.

Per quanto riguarda frequenze di funzionamento inferiori, sono le memorie appartenenti alla famiglia Apogee GT a dimostrarsi le più performanti, con timing molto simili a quelli delle memorie DDR2.

Ricordo che a breve debutteranno sul mercato i moduli prodotti da OCZ, che già prima del Computex aveva reso note le caratteristiche delle proprie memorie DDR3.

Ovviamente queste informazioni servono solo a dare un’idea dell’approccio che i costruttori hanno avuto nei confronti del nuovo standard. Nell’immediato futuro, la concorrenza si farà agguerrita e le prestazioni miglioreranno notevolmente.