QR code per la pagina originale

Parallels: arriva il 3.0

,

Parallels è il software di riferimento per fare girare Windows su MAC insieme a Mac OS X. Ossia, avere windows e tutte le sue funzioni in una finestra senza riavvio, come qualsiasi altro programma.

Ho avuto modo di provarlo e devo dire che mi sono trovato (tranne rare e veniali mancanze) decisamente bene. È di oggi la notizia della versione 3.0, che introduce molte e sostanziose novità, per cui se state pensando di acquistarlo forse avrete qualche ragione in più.

Al di là delle “mille nuove, eccezionali, stupefacenti, ecc, novità” il prodotto ha fatto un buon passo avanti, sia per quanto riguarda usabilità sia per le funzioni, che elenco:

  • SmartSelect: in pratica scegliete con il semplice menu contestuale, quale applicazione di quale S.O. apre un file (es. Excel per Win o per Mac, o doppio click su un .dmg dentro win e installate su Os X)
  • SnapShot: una sorta di punto di ripristino temporale, per cui qualsiasi errore o guaio un colpo di snapshot e tutto si risolve (vedo che time machine fa scuola eh..)
  • Security Manager: quanto e a che livello devono parlare Win e Os X? E’ una importante funzione di sicurezza, che per utenti che trattano con Win non è mai abbastanza
  • Supporto al 3D: pieno supporto a DirectX e Open Gl, ossia tutti i miei sparatutto preferiti direttamente in finestra
  • Explorer: un manager per dare una sbirciatina all’HD virtuale di win
  • Pieno supporto per vista Bootcamp: penso si spiega da solo

Prezzi tutto sommato onesti: 50 euro l’aggiornamento, 80 il software in versione primo acquisto. Da provare!