QR code per la pagina originale

Digitale vs. Analogico

,

Un rapido confronto tra le tecnologie in uso nel mondo delle videocamere ci consentirà di scegliere il prodotto che meglio si adatta alle nostre esigenze.

La qualità della registrazione e la versatilità sono parametri essenziali da valutare per effettuare un acquisto soddisfacente e approfittare dei vantaggi che la tecnologia moderna è in grado di offrirci.

Attualmente il mercato offre tre possibili scelte:

  • analogico: VHS-C, Video8Hi;
  • digitale: MiniDV;
  • digitale su nuovi supporti: DVDCam, Microdrive e memorie allo stato solido.

Nel formato analogico i dati sono registrati su supporto magnetico sotto forma di segnale continuo, la qualità del video si degrada durante le copie e le conversioni in digitale. Il montaggio è complesso perché non è possibile operare sui singoli fotogrammi. Si mantiene la compatibilità con i vecchi videoregistratori domestici.

Nella modalità digitale il video è registrato sul supporto magnetico direttamente in bit in formato MiniDV e ciò evita che il segnale si degradi durante le copie. Inoltre, il video può essere riversato direttamente nel nostro PC senza conversioni e pronto per il videoediting dato che il montaggio si può effettuare spostando sequenze di bit e lavorando sui singoli fotogrammi. La qualità del video e dell’audio è superiore rispetto ai formati analogici. È sicuramente la tecnologia più diffusa, economica e versatile del momento.

È possibile anche registrare in formato digitale direttamente su DVDCam, Microdrive e memorie allo stato solido; in questo caso il video è compresso secondo lo standard MPEG-2 che non consente un videoediting flessibile come il MiniDV. I DVD ottenuti sono direttamente riproducibili nei lettori DVD di casa. Queste tecnologie e questi standard sono ancora poco maturi.

In definitiva si può affermare che la tecnologia digitale ha soppiantato quella analogica grazie ad una maggiore qualità, flessibilità e convenienza dei prodotti disponibili sul mercato.

Attualmente il formato più versatile e diffuso risulta essere il MiniDV ma ci aspettiamo sviluppi significativi del formato DVDCam che sfrutta i vantaggi del supporto ottico (durata e praticità).

C’è, ancora, qualche cultore dell’analogico?