QR code per la pagina originale

L’offerta Bitstream di Telecom penalizza gli utenti

,

Come abbiamo già visto è stata finalmente pubblicata l’offerta Telecom per il Bitstream, che tutti potete leggere sul sito Wholesale di Telecom Italia.
137 pagine più allegati tutti da sfogliare, sempre che riuscite a far tornare i conti perchè i documenti non sono facilissimi da interpretare.
Sicuramente l’analisi completa va fatta fare agli Isp e all’AGCOM che la valuteranno, ma qualcosina di interessante emerge subito da una prima occhiata.

Innanzitutto un paio di paragrafi sono di ambigua interpretazione perchè riporterebbero alla luce una vecchia preoccupazione e cioè quella che il Bitstream sia attivabile solo nelle centrali dove l’ULL e lo Shared Access non sono presenti.
Su questo argomento vi rimando ai capitoli 7.1 e 5.1

In particolare il capitolo 5.1 recita:
“7.1 Descrizione del servizio:
Il servizio è disponibile, previo Studio di Fattibilità, negli SL dotati di DSLAM ATM di Telecom Italia e non aperti ai servizi di accesso disaggregato (Full Unbundling Local Loop e Shared Access), secondo quanto precisato nel paragrafo 5.1.
Gli Operatori, pertanto, non potranno inviare a Telecom Italia richieste di interconnessione al DSLAM ATM relativamente agli SL per i quali non sono rispettate le condizioni descritte nel paragrafo 5.1.”

Ovviamente aspettiamo un parere degli Isp e dell’AGCOM in merito, anche perchè questa è un’offerta non definitiva.
Cade l’occhio anche sui nuovi tagli adsl offerti che arrivano fino a 7Mbit sia con upload a 256k che con upload a 512Kbit

Altri dettagli tecnici minori non mi sembrano molto variati rispetto a prima, come le adsl light con Vp a dimensione obbligatoria….
Insomma, una prima lettura che non porta nulla di troppo positivo….
Ma come dicevo è una prima analisi superficiale.

Aspettiamo le prossime ore, in ogni caso qualcosa piano piano si sta muovendo!