QR code per la pagina originale

Anche MySpace lancia il suo messenger

Un nuovo protagonista entra nel già affollato mercato degli instant messenger: si tratta del software direttamente collegato al social network MySpace che al momento del lancio già conta 17 milioni di utilizzatori

,

Dopo un lungo periodo di prova in cui era disponibile solo ad alcuni utenti ora è ufficialmente partito l’instant messenger di MySpace, rivale diretto dei più diffusi MSN Messenger, Yahoo Messenger e GTalk.

L’idea di MySpace è di dotare ogni utente di uno strumento in più con il quale comunicare con i contatti e gli amici di MySpace. A differenza degli altri instant messenger, infatti, quello di proprietà di Rupert Murdoch è contraddistinto da una serie di caratteristiche esclusive collegate al portalone di social networking. Gli utilizzatori di MySpaceIM infatti potranno, direttamente attraverso l’interfaccia del software, importare tutti i loro contatti, vedere quando uno di questi è online, guardare il loro profilo, commentare e mandare messaggi. Dunque oltre alle caratteristiche tipiche dei servizi di instant messaging il software di MySpace è arricchito con una serie di caratteristiche che lo avvicinano ad un pannello di controllo per il social network. Sono gli stessi addetti di MySpace a confermare l’intenzione, nei prossimi mesi, di lanciare una serie di software che rendano più facile per gli utenti esprimersi, gestire le loro vite sociali e entrare in contatto con gli amici.

«Questo è un prodotto con personalità» ha dichiarato Tom Anderson, presidente e cofondatore di MySpace a WebProNews «MYSpaceIM è nato dal feedback degli utenti e abbiamo passato tutto l’anno ad ascoltare la nostra community per venire incontro alle loro esigenze». È dunque probabilmente il contatto diretto con gli utenti l’arma con cui alla News Corp. intendono sconfiggere la dura concorrenza di Microsoft (leader mondiale dei servizi di messaggistica istantanea) e Yahoo (con i suoi 88 milioni di utenti). Al momento la società di Rupert Murdoch può contare su una base di 17 milioni di utilizzatori, cifre non di poco conto soprattutto in considerazione del fatto che l’annuncio ufficiale è avvenuto da breve.