QR code per la pagina originale

Fuji FinePix S5700, l’evoluzione della 5600 torna indietro…

,

Fuji dopo il successo riscontrato con la FinePix S5600 riprova a battere il record di vendite con questa S5700 che è solo un miglioramento della sorella maggiore.

Nonostante sia pubblicizzata come compatta, le dimensioni (106,1 x 75,7 x 80,7 mm) e la forma la fanno assomigliare più a una reflex. Anche se poco più piccola della 5600 la dotazione è cambiata molto, alcune lacune sono state colmate ma ne sono state aggiunte altre, forse, anche più gravi delle precedenti.

Se lo zoom ottico, molto generoso, è rimasto lo stesso (10x) come anche le ISO che arrivano fino a 1600, i Megapixel, come era inevitabile, sono aumentati fino a raggiungere i 7.

Sono state aggiunte due tecnologie: la “Intelligent Flash” che regola automaticamente l’intensità del lampo e la “Electronic Image Stabilization” che insieme a all’Anti-Blur permette di ottenere foto che raramente risulteranno mosse o sovraesposte.

Oltre alla grande dotazione di opzioni manuali, è stato aggiunto un importante super macro che permette di mettere a fuoco fino ad 1 cm di distanza e la possibilità di inserire schede SD.

Ma quello che è stato aggiunto non compensa quello che è stato tolto. La possibilità di scattare foto in formato non compresso (RAW) e l’esposizione che è diminuita da 16 sec a 4 sec, a mio parere, non rendono questa macchina una degna sostituta della precedente.