Sony Cybershot DSC-H9

La nuova Sony Cybershot DSC-H9 arriva sul mercato a rimpiazzare insieme all’ottima H7 dalla quale eredita fattore di forma e molte delle caratteristiche tecniche più interessanti. Resta infatti invariata la risoluzione di acquisizione massima a 8,1 Megapixel, il prezzo sale un po’ attestandosi intorno ai 450 euro.La differenza maggiore tra i due modelli è il

La nuova Sony Cybershot DSC-H9 arriva sul mercato a rimpiazzare insieme all’ottima H7 dalla quale eredita fattore di forma e molte delle caratteristiche tecniche più interessanti. Resta infatti invariata la risoluzione di acquisizione massima a 8,1 Megapixel, il prezzo sale un po’ attestandosi intorno ai 450 euro.

La differenza maggiore tra i due modelli è il display, che oltre ad essere più grande in questa nuova versione (3″ invece dei 2,5″ della precedente) è anche inclinabile, quindi è possibile utilizzarlo comodamente per scattare dall’alto o dal basso. La rotazione massima è però solo di 90 gradi quindi non sarà possibile utilizzarlo per fare autoritratti.

Il punto di forza della serie rimane il potente zoom ottico 15x che corrisponde ad un 31-465mm tradizionale, le ottiche Carl Zeiss Vario-Tessar garantiscono la qualità necessaria per scatti nitidi e luminosi.

Tra le altre caratteristiche di rilievo questa Cybershot offre la messa a fuoco automatica continua, l’utilizzo di doppia tecnologia antisfocatura, l’alta sensibilità fino a ISO 3200 (la minima è ISO 80), il rilevamento dei volti per la messa a fuoco automatica dei visi nell’immagine, macro alla distanza minima di 1cm, memoria interna da 31Mb espandibile con schede di tipo Memory Stick e molto altro.

Caratteristica peculiare del modello è la presenza di un tasto per l’attivazione della modalità Night Shot tramite la quale è possibile scattare praticamente al buio in infrarossi. La messa a fuoco in queste condizioni è abbastanza buona ma la qualità degli scatti (abbastanza granulosi e impastati) lascia un po’ a desiderare visto che è praticamente paragonabile a quelli ottenuti a ISO superiori a 800 (anch’essi in genere piuttosto granulosi).

La dotazione di serie è abbastanza buona e comprende, oltre a cavi di connessione e batteria ricaricabile agli ioni di litio anche il telecomando.

I punti di forza di questa nuova Sony sono facili da individuare: l’ampio display mobile, lo zoom molto spinto e l’ottima ergonomia. Qualche piccolo difetto ne limita le aspirazioni da prima della classe, rimane comunque un’ottima fotocamera.

Ti potrebbe interessare
Esiste un limite di “decenza” nel Marketing?
Web e Social

Esiste un limite di “decenza” nel Marketing?

Ho pensato parecchio prima di linkare questo video del Corriere (consiglio, se siete a lavoro, di non vedere il video :), il contenuto potrebbe non piacere al vostro superiore).Chi ha potuto vederlo cosa ne pensa? Io di certo non mi ritengo un bigotto, ma la visione mi ha quasi… disgustato.Non vorrei essere frainteso, ciò che