QR code per la pagina originale

Motorola contro Aruba per il wireless

Dopo le molte altre cause che hanno investito il mondo della tecnologia wireless, ora anche Motorola attraverso due sussidiarie decide di cercare soddisfazione per quella che ritiene essere una violazione dei suoi brevetti

,

Attraverso due società sussidiarie, Motorola ha portato in tribunale Aruba, nota compagnia che si occupa tra l’altro anche di comunicazioni wireless. Il motivo del contenzioso è la presunta infrazione da parte di Aruba di alcuni brevetti appartenenti al colosso della telefonia.

Symbol Technology e Wireless Valley sono i nomi delle due piccole società recentemente acquisite da Motorola che saranno presenti nel tribunale del Delaware nella causa contro Aruba. A sentire le parti in causa la tecnologia utilizzata da Aruba sarebbe inequivocabilmente la stessa sviluppata e brevettata da loro negli scorsi anni. Si tratta di brevetti riguardanti tecnologie utili al management e al disegno in 3D di reti wireless domestiche.

Aruba da anni si occupa del design, della progettazione e dell’implementazione di reti wireless per piccole e grandi imprese con soluzioni ad hoc, il tipo di business che appunto potrebbe avvalersi facilmente dei brevetti sopradescritti. Lo scopo delle due piccole compagnie è dimostrare che Aruba ha sfruttato queste tecnologie indebitamente fin dall’inizio del suo business e far cessare la loro attività così com’è ora, senza necessariamente un rimborso economico.

Il mondo delle frequenze wireless essendo uno dei più pioneristici al momento è anche uno dei meno regolati e quello dove le cause vengono intentate con più facilità (escludendo il mondo del copyright). Quella di Aruba va infatti a fare compagnia alle più note cause che coinvolgono Qualcomm, Nokia, RIM e Broadcom.