JVC MG130: la migliore family camcorder del 2007!

Anche quest’anno la JVC ha ottenuto un importante riconoscimento europeo per i suoi prodotti: la EISA (European Imaging and Sound Association), infatti, ha premiato la videocamera MG130 come miglior videocamera amatoriale del 2007.La giuria ha tenuto conto di tutti i pregi di questo prodotto: maneggevolezza (365g di peso), ottica di qualità ed elevata facilità d’uso

Anche quest’anno la JVC ha ottenuto un importante riconoscimento europeo per i suoi prodotti: la EISA (European Imaging and Sound Association), infatti, ha premiato la videocamera MG130 come miglior videocamera amatoriale del 2007.

La giuria ha tenuto conto di tutti i pregi di questo prodotto: maneggevolezza (365g di peso), ottica di qualità ed elevata facilità d’uso lo rendono adatto alla maggior parte delle circostanze amatoriali.

Questa piccola videocamera monta un capiente hard disk da 30 GB per archiviare fino a 7 ore di video alla massima qualità anche in formato 16:9 e con il potente processore Gigabrid la resa delle immagini è ulteriormente migliorata.

Molto interessante anche il potente zoom ottico 34x difficilmente riscontrabile in altre videocamere di questa fascia. Ad affiancarlo non poteva mancare uno stabilizzatore d’immagine digitale. Sono disponibili anche le modalità manuali per la messa a fuoco e il bilanciamento del bianco.

Apprezzato anche lo slot per memorie SD (ormai è una dotazione di serie…). Ovviamente è garantita la compatibilità con la DVD Everio Share Station per masterizzare su DVD i propri filmati senza usare il PC. Anche la qualità dei materiali è degna di nota: la MG130, infatti, è resistente all’umidità, agli urti e alla polvere.

Il prezzo, 350 euro, sembra essere adeguato per questa camcorder adatta alla maggior parte dei videoamatori. Insomma, pare che il premio EISA sia stato giustamente meritato.

Ti potrebbe interessare
Wikipedia fermi l’emorragia dei volontari
Web e Social

Wikipedia fermi l’emorragia dei volontari

La tesi di uno studente spagnolo, rilanciata dal WSJ, pone una seria riflessione sul futuro di Wikipedia: con la diminuzione degli utenti “core”, l’enciclopedia saprà reggere il peso di un lavoro di redazione e revisione sempre più pressante?

App Store: Apple sperimenta l’approvazione automatica delle applicazioni
Apple

App Store: Apple sperimenta l’approvazione automatica delle applicazioni

Stando a quanto riportato sulle pagine di Gizmodo, la community di sviluppatori impegnata nella creazione di applicazioni destinate all’App Store dovrà ora sottoporre i propri software anche all’analisi di un algoritmo, prima che questi possano trovare spazio sulle pagine dello store online di Apple.Il nuovo filtro sarebbe stato introdotto al fine di verificare lo sfruttamento