Medusa HUB: L’Hub dal design affascinante

Fino a 3 anni fa, la battaglia degli HUB USB aveva luogo con qualche piccola modifica hardware, con alcune implementazioni software o con migliorie tecniche che ne aumentassero le prestazioni; ma adesso che la tecnologia è alla portata di tutti, e che ulteriori implementazioni non garantirebbero processi più elevati, si cerca di realizzare prodotti belli

Fino a 3 anni fa, la battaglia degli HUB USB aveva luogo con qualche piccola modifica hardware, con alcune implementazioni software o con migliorie tecniche che ne aumentassero le prestazioni; ma adesso che la tecnologia è alla portata di tutti, e che ulteriori implementazioni non garantirebbero processi più elevati, si cerca di realizzare prodotti belli e ambiti da far gola ai clienti.

È proprio questo il caso del Medusa HUB, un semplice vaso dal quale spuntano i vari connettori che andranno poi interconnessi ai vari dispositivi, garantendo una connessione “bella” ma nel contempo sicura; inoltre la luce e la piccola ventola in dotazione ne fanno un dispositivo strano ma ambito, proprio in Apple Style.

Oltre alla luce e alla ventola, il prodotto dispone di 4 porte USB, e 2 porte Firewire 400, mentre lo scambio dati con il computer è offerto da una connessione ad alta velocità USB 2.0.

Il costo non è altrettanto affascinante, ci si aggira attorno agli 80,00 dollari (circa 56,00 euro).

Ti potrebbe interessare
ExoMars: inizia il countdown
ExoMars

ExoMars: inizia il countdown

Tutto pronto per l’inizio della missione: il modulo lascerà gli stabilimenti di Cannes e sarà portato in Kazakistan, dove verrà lanciato nel marzo 2016.

La macchina fotografica diventa Wi-Fi
Gadget e Device

La macchina fotografica diventa Wi-Fi

Entro breve scomparirà il cavetto di interconnessione che oggi permette di trasferire le fotografie digitali dalla macchina al computer. Il tutto avverrà tramite connessione Wi-Fi grazie ai nuovi dispositivi Nikon (Coolpix P1 e P2) e Kodak (EasyShare-One)