BRIC e SMB salveranno il mercato IT del 2008

Da anni, come un disco rotto, i report annuali delle maggiori società di ricerca ci riportavano imponenti incrementi sulla crescita del settore dell’Information Technology. Questo Dicembre le famigerate “Predictions” dell’IDC Global Operation Team, per il 2008, cambiano musica e ci informano di una sostanziale frenata alla corsa negli investimenti delle major Statunitensi. Con alle spalle

Da anni, come un disco rotto, i report annuali delle maggiori società di ricerca ci riportavano imponenti incrementi sulla crescita del settore dell’Information Technology. Questo Dicembre le famigerate “Predictions” dell’IDC Global Operation Team, per il 2008, cambiano musica e ci informano di una sostanziale frenata alla corsa negli investimenti delle major Statunitensi.

Con alle spalle un anno così nero, come lo è stato il 2007 per gli States, dal punto di vista economico finanziario, la previsione di una crescita modesta del 3-4%, per il 2008, rispetto al 6,6% del 2007, non ci stupisce più di tanto. Ovviamente la brusca frenata coinvolgerà l’intero pianeta andando pesantemente a penalizzare (-1%) il settore dell’hardware, seguito dal software, che avrà uno o due trimestri di ritardo nello sviluppo, e in coda il mercato dei servizi, il solo che viene risparmiato dall’infausta previsione.

Fortunatamente uno spiraglio nelle buie previsioni degli analisti della IDC sembra esserci. Se i fornitori di hardware effettueranno una capillare copertura del mercato accelerando le attività ad alto tasso di crescita in alcuni mercati strategici internazionali forse riusciranno ad aggirare il nero destino annunciato.

Nel report vengono elencati 13 mercati emergenti, l’Eldorado della spesa IT, di cui 5 vengono battezzati con l’acronimo BRIC: Brasile, Russia, India, Cina. Secondo le stime, la spesa in questi paesi crescerà in forma aggregata del 16% nel 2008 raggiungendo i 115 miliardi di dollari, mentre il tasso di crescita dei restanti della rosa (Messico, Polonia, Turchia, Vietnam, Thailandia, Arabia Saudita, Argentina, Colombia e Emirati Arabi), subirà un incremento del 10% nei prossimi quattro anni.

Un altro raggio di sole potrà comparire se i vendor high tech porranno il focus sulla domanda delle piccole e medie imprese (SMB) per le quali si prevede una crescita dell’8-10%. Se fino a due anni fa, la strategia perseguita dai principali fornitori di tecnologie per le SMB è stato quello di apportare delle piccole modifiche di prezzo e di imballaggio, ora dovranno rivedere gran parte dei loro business plan orientandoli nell’ottica di una sensazionale crescita di questo segmento di mercato.

Proprio a questo proposito, il team di IDC parla della possibilità di una nuova ondata di acquisizioni da parte di grandi aziende come Google, eBay ed Apple.

Ti potrebbe interessare
Anche Google in corsa per Hulu
Google

Anche Google in corsa per Hulu

Non soltanto Apple è interessata all’acquisizione di Hulu. La piattaforma per lo streaming di contenuti multimediali sembra aver solleticato anche l’interesse di Google, che stando ad alcune informazioni diffuse da una fonte ritenuta vicina alla società di Mountain View, sarebbe pronta a mettere mano al portafogli per staccare un assegno con parecchi zeri e battere

Samsung e le opere d’arte in 3D
Imaging

Samsung e le opere d’arte in 3D

Samsung ha realizzato un divertente video che mostra come la tecnologia 3D possa letteralmente aggiungere una nuova dimensione alla fruizione dei contenuti. Per farlo, sono state prese in analisi, in modo decisamente irriverente, alcune delle più grandi opere artistiche del passato: dalla Gioconda a La ragazza col turbante, passando per l’Uomo Vitruviano.

App Store di Apple: 1,5 miliardi di download
Google

App Store di Apple: 1,5 miliardi di download

Sono passati pochi giorni dal primo compleanno e ora a Cupertino si festeggia già un altro importante traguardo: App Store di Apple ha raggiunto l’impressionante cifra di 1,5 miliardi di download. I numeri di App Store sono davvero impressionanti: più di 65000 applicazioni e oltre 100000 sviluppatori iscritti all’iPhone Developer Program. Numeri decisamente da record

Yahoo: il nuovo CEO è Carol Bartz ex di Autodesk
internet

Yahoo: il nuovo CEO è Carol Bartz ex di Autodesk

Yahoo si è finalmente decisa: dopo due mesi di ricerca, l’ex manager di Autodesk Inc. Carol Bartz, è stata nominata nuovo amministratore delegato della società, per la nuova direzione della sfida con Google. In una dichiarazione rilasciata da Yahoo, si legge che Carol Bartz inizierà subito la sua collaborazione, mentre l’attuale Presidente Susan Becker, che

Lenovo: pronti per il grande passo
ibm

Lenovo: pronti per il grande passo

Lenovo è attualmente il più grande produttore di computer portatili della Cina, e nel 2004, in seguito all’acquisizione del reparto notebook di IBM, è diventato il quarto più grande produttore di PC del mondo. In seguito all’accordo conseguente l’acquisizione, Lenovo acquisiva il diritto di continuare ad utilizzare il brand IBM fino al 2010 per non