eBay sotto accusa per le violazioni che si consumano al suo interno

La casa d’aste più famosa del web, eBay, è sotto accusa per truffe, vendite illegali e violazioni del copyright che si attuano al suo interno.A riportare la notizia è il quotidiano La Repubblica. Secondo quanto riportato nell’articolo, cominciano a crescere le denunce italiane contro il gigante dell’e-commerce. Un esempio per tutte sono quelle dell’imprenditore cagliaritano,

Parliamo di

La casa d’aste più famosa del web, eBay, è sotto accusa per truffe, vendite illegali e violazioni del copyright che si attuano al suo interno.

A riportare la notizia è il quotidiano La Repubblica. Secondo quanto riportato nell’articolo, cominciano a crescere le denunce italiane contro il gigante dell’e-commerce.

Un esempio per tutte sono quelle dell’imprenditore cagliaritano, Davide Negri, che richiede addirittura il sequestro di eBay. A questi guai se ne aggiungono altri per eBay.

Infatti, è stato richiesto da parte del comitato di difesa dei consumatori vittime di truffe nel settore delle telecomunicazioni, anche l’intervento dei Ministri dell’Interno e della Salute in quanto su eBay erano presenti compravendite di una sostanza stupefacente, illegale nel nostro Paese.

Il sito eBayAbuse.it raccoglie le storie dei presunti truffati.

Insomma per eBay sembra profilarsi un tempo di guerra sul piano legale. Riuscirà eBay a dimostrare la sua estraneità nelle responsabilità delle compravendite sul proprio portale?

Ti potrebbe interessare
Domini Internet in lingua nativa: approvati altri cinque alfabeti
Web e Social

Domini Internet in lingua nativa: approvati altri cinque alfabeti

Prosegue la strada che dovrebbe portare a un’apertura del Web verso l’utilizzo di alfabeti contenenti caratteri non latini nella composizione dei domini Internet.L’ente mondiale che regola la distribuzione e la struttura stessa degli indirizzi Internet, ovvero l’Internet Corporation for Assigned Names and Numbers, meglio conosciuto con l’acronimo ICANN, ha infatti approvato l’aggiunta di altri cinque

FBI: totalmente vulnerabili al cybercrime
Software e App

FBI: totalmente vulnerabili al cybercrime

Steven Chabinsky, responsabile dell’FBI, si dice certo del fatto che qualunque sistema sia oggi potenzialmente vulnerabile ed attaccabile. La cosa mette pertanto a rischio l’integrità politica degli Stati Uniti ed il suo attuale potenziale economico

Vinton Cerf: non c’è alcun Google Phone
Gadget e Device

Vinton Cerf: non c’è alcun Google Phone

Il Google Phone non è in previsione, almeno per l’immediato futuro. Google è fortemente interessata al settore mobile, ma i tempi non sono maturi e, in ogni caso, l’interesse è ad oggi focalizzato sul software e non sull’hardware. Parola di Vinton Cerf