L’offerta Microsoft per acquisire Fast Search & Transfer

Microsoft ha presentato, Martedì scorso, un’offerta per acquistare le azioni della Fast Search & Transfer, società norvegese specializzata in software per ricerca, il prezzo offerto per ogni azione è di 19 corone norvegesi, per un controvalore totale che supera gli 800 milioni di euro. Il prezzo di acquisto proposto è maggiore del 42% del prezzo

Microsoft ha presentato, Martedì scorso, un’offerta per acquistare le azioni della Fast Search & Transfer, società norvegese specializzata in software per ricerca, il prezzo offerto per ogni azione è di 19 corone norvegesi, per un controvalore totale che supera gli 800 milioni di euro.

Il prezzo di acquisto proposto è maggiore del 42% del prezzo di chiusura della Fast Search & Transfer il 4 Dicembre.

Tutto il magement della Fast Search ha raccomandato ai propri azionisti di accettare l’offerta; inoltre un pool di azionisti di riferimento tra cui compaiono i due più importanti azionisti istituzionali Orkla ASA eHermes Focus Asset Management Europe, ha prontamente dichiarato di accettare l’offerta.

L’offerta è soggetta ad alcune restrizioni, tra cui l’acquisizione di oltre il 90 per cento capitale di Fast Search e la ricezione di tutte le necessarie approvazioni da parte delle autorità competenti.

L’offerta completa, con tutti i termini e le condizioni, sarà inviata agli azionisti FAST durante la settimana del 14 Gennaio 2008 (quindi questa settimana).

Le due società hanno competenze complementari, Microsoft potrà avvalersi del software di ricerca sviluppato da Fast Search, Fast search potrà sfruttare la diffusione delle piattaforme Microsoft e in particolare di Microsoft Office SharePoint Server.

Occorre valutare questa acquisizione anche nell’ottica della serrata competizione in corso tra Google, Yahoo e Microsoft nel mercato delle piattaforme di search and advertising.

Ti potrebbe interessare
Apple e Samsung verso un accordo sui brevetti
Apple

Apple e Samsung verso un accordo sui brevetti

L’accordo multimilionario firmato tra Apple e Nokia per mettere fine alla disputa legale sulle presunte violazioni di brevetti potrebbe non restare un caso isolato. L’azienda di Cupertino sarebbe infatti in procinto di siglare un nuovo documento, questa volta con Samsung.

Silverlight Streaming, la presentazione di video secondo Microsoft
Microsoft

Silverlight Streaming, la presentazione di video secondo Microsoft

Una realtà assodata è che una grossa spinta all’utilizzo quotidiano di Internet, in ambito lavorativo ma soprattutto di intrattenimento, sia stata data dall’introduzione di YouTube. La grande invenzione del 2005 di tre ex dipendenti di Paypal, ha rivoluzionato utilizzo e struttura del Web, ma anche le abitudini ed i costumi di milioni di utenti in

iPodia: Wikipedia on the road
Apple

iPodia: Wikipedia on the road

Il nostro iPhone/iPod Touch pur disponendo di uno schermo e di una tecnologia all’avanguardia, rimane pur sempre un dispositivo dallo schermo ridotto. Safari mobile permette di visionare ogni tipo di sito (esclusi i flash-based) e grazie alle innovazioni introdotte da Apple, con pochi tap possiamo goderci ogni tipo di sito. Nonostante tutto alcuni web designer