QR code per la pagina originale

Apple rinnova i suoi portatili

Attesi da qualche settimana, Apple ha da poco messo in vendita i nuovi modelli di MacBook e MacBook Pro. L'aggiornamento interessa principalmente i microprocessori dei dispositivi, che aumentano di potenza ma non di prezzo

,

Sembrano non conoscere tregua gli aggiornamenti hardware rilasciati in questi giorni da Apple. Dopo il rinnovo delle memorie per iPod e iPhone è ora il turno dei computer portatili, appena rilasciati con nuove, e attese, configurazioni. Preannunciate da molti siti di rumors, che avevano registrato la progressiva diminuzione delle scorte negli store Apple, le modifiche interessano i dispositivi della gamma consumer MacBook e della serie professionale MacBook Pro.

La principale modifica per i portatili MacBook riguarda l’aumento della capacità di clock dei processori Intel Core 2 Duo, che raggiungono ora i 2.4 GHz. Una modifica notevole, che dovrebbe consentire un’esecuzione più fluida e rapida del nuovo sistema operativo Leopard (OsX 10.5), che rallentava sensibilmente la velocità dei modelli precedenti di MacBook. I nuovi laptop possono, inoltre, contare sull’upgrade della memoria RAM, portata ora a 2 Gb nella configurazione di default. L’aggiornamento riguarda anche i dischi rigidi, ora più capienti con la configurazione a 160 Gb o 250 Gb. Restano invariati lo schermo e il drive ottico, così come il trackpad che non viene dunque aggiornato con la tecnologia multitouch già presente su MacBook Air. Il modello bianco con 160 Gb di disco rigido viene venduto a 1.199 euro, mentre il modello nero con hard disk da 250 Gb costa 1.399 euro. Permane, infine, un modello base con processore a 2,1 GHz, 1Gb di RAM e 120 Gb di disco rigido al prezzo di 999 dollari.

Anche la gamma MacBook Pro subisce sostanziali modifiche alla propria dotazione hardware, con nuovi processori Intel da 2,4 e 2,5 GHz. I due modelli di fascia superiore presentano, inoltre, una interessante novità per la grafica con l’adozione delle NVIDIA GeForce 8600M GT con 512 Mb di memoria dedicata. A differenza dei MacBook, i dispositivi Pro montano la nuova tecnologia multitouch per trackpad. Il modello base, con processore a 2,4Ghz, schermo 15 pollici, scheda video a 128 Mb e 200 Gb di disco rigido viene venduto al prezzo di 1.799 euro. La versione con processore da 2,5 GHz, scheda video a 512 Mb e hard disk da 250 Gb costa, invece, 2.199 euro. Il modello analogo, ma con schermo 17 pollici, viene venduto a 2.499 euro, 200 euro in meno rispetto all’edizione precedente.

Come previsto e precedentemente annunciato, Apple ha anche messo in vendita la nuova versione dell’iPod Shuffle da 2 Gb di memoria a 65 euro. TimeCapsule, il sistema per la gestione dei backup via WiFi non è invece ancora in commercio.