QR code per la pagina originale

MySpace rompe con Google?

In seguito ai risultati bel al di sotto delle previsioni, Google sarebbe molto poco soddisfatto dell'accordo raggiunto nel 2006 con MySpace. Microsoft potrebbe introdursi nella partita e rubare l'ambito posto al suo diretto rivale nell'advertising

,

La vita delle grandi corporation è spesso densa di numerose contraddizioni. Nonostante News Corp. – il colosso delle comunicazioni del magnate Rupert Murdoch – sia da alcune settimane impegnata in una campagna contro un possibile accordo tra Yahoo e Microsoft, la sua divisione Fox Interactive Media (FIM) sarebbe in trattative proprio con Redmond per un accordo commerciale sull’advertising di MySpace. Nulla di ufficiale al momento, eppure sono numerosi i siti Web che riportano con crescente insistenza i rumors per un possibile accordo FIM – Microsoft, che potrebbe presto escludere Google dalla partita.

Nell’estate del 2006, infatti, la società di Mountain View era riuscita a strappare un accordo da 900 milioni di dollari per la gestione degli annunci pubblicitari su MySpace, il fortunato social network posseduto da News Corp. All’epoca numerosi analisti avevano ipotizzato che l’operazione portata a termine da Google avesse un obiettivo primario: mantenere Microsoft lontana da un bacino strategico per accrescere la propria competitività nel settore dell’advertising. A distanza di circa un anno e mezzo dall’accordo, in scadenza nel 2009, i dirigenti di Mountain View sarebbero molto poco soddisfatti dei risultati ottenuti con la gestione delle ricerche e degli annunci sul famoso social network.

Le perplessità di Google sul patto stipulato con News Corp. nel 2006 sono state esposte velatamente anche nel corso della recente conferenza stampa sulle prestazioni nell’ultimo trimestre dello scorso anno della società. «Nel quarto trimestre abbiamo affrontato una vera e propria sfida per i social network e parte del nostro lavoro non ha sortito i risultati che ci saremmo aspettati. […] Non credo sia stato ancora raggiunto il modo migliore per sfruttare gli annunci e aumentare i profitti sui social network. Stiamo conducendo numerosi esperimenti. Abbiamo avuto qualche buon risultato, ma alcune delle cose cui abbiamo lavorato nel corso del terzo trimestre non hanno funzionato, causando non poche delusioni» aveva dichiarato Sergey Brin, cofondatore di Google, con un’evidente allusione alle poco esaltanti prestazioni degli annunci pubblicitari su MySpace.

L’accordo stipulato con il social network non avrebbe, dunque, pienamente soddisfatto Google, che potrebbe quindi rivedere la propria posizione sul possibile rinnovo del patto nel 2009. Microsoft potrebbe così sfruttare la situazione a proprio vantaggio, cercando di strappare un vantaggioso accordo, che porterebbe il colosso dell’informatica sulle trafficate pagine di MySpace. Stando ad alcuni rumors, Redmond avrebbe già avviato i primi informali contatti con Fox Interactive Media per valutare possibili nuovi scenari. FIM ha però seccamente smentito queste indiscrezioni, riconfermando la fiducia nell’accordo ancora in corso con Google che, presto atto dell’interessamento di Microsoft, potrebbe presto rivalutare i propri convincimenti su MySpace.