QR code per la pagina originale

Microsoft lancia la ricerca collaborativa

Nel corso della prossima primavera, Microsoft lancerà SearchTogether, un nuovo plugin per Internet Explorer per condividere le ricerche online tra gli account Live. Redmond ha anche presentato due nuovi prototipi per migliorare le ricerche sul Web

,

Debutterà in primavera il nuovo sistema di ricerca collaborativa recentemente sviluppato da Microsoft. SearchTogether consentirà agli utenti di effettuare ricerche sul Web confrontanto i risultati in tempo reale con gli amici e i propri contatti Live, rendendo partecipativi i processi di raccolta di informazioni online. Il nuovo plugin prodotto da Redmond sarà disponibile per il browser Internet Explorer e integrerà, nell’applicativo, una nuova barra delle applicazioni per le ricerche.

Per poter utilizzare la nuova funzione offerta da Microsoft, gli utenti dovranno essere in possesso di un account Live, indispensabile per accedere alla maggior parte dei servizi online offerti dal colosso dell’informatica. Una volta installato, il plugin provvede alla ricerca dei contatti disponibili per ogni account, offrendo la possibilità di selezionare il numero di amici da invitare alla sessione di ricerca collaborativa. Utilizzando la funzione “Search” di Internet Explorer, ogni utente ha così la possibilità di condividere istantaneamente i risultati della propria ricerca con gli account invitati alla sessione. Le ricerche vengono poi memorizzate dal plugin, che può così offrire una cronologia delle pagine visitate in differita, per i membri del gruppo di ricerca eventualmente assenti. Tutti gli utenti hanno, inoltre, la possibilità di scrivere commenti sulla qualità delle pagine Web visitate, piccole recensioni soggette a un semplice sistema di votazione (in stile Digg) da parte degli altri utenti. Salvo possibili cambiamenti, SearchTogether dovrebbe essere disponibile per il download nel corso della tarda primavera del 2008.

Durante l’appuntamento del TechFest, i responsabili della sezione Microsoft Research hanno presentato altri due progetti tesi a migliorare la qualità delle ricerche online per gli utenti. È in fase di sviluppo l’applicativo CoSearch, un nuovo sistema di ricerca collaborativa focalizzato sulle ricerche di gruppo attraverso un unico personal computer: un prototipo molto promettente, che potrebbe trovare numerosi impieghi soprattutto in ambito educativo, consentendo una sorta di brainstorming esteso alla Rete [pdf]. Oltre a CoSearch, Microsoft Research ha presentato un altro interessante prototipo per le ricerche online: SearchBar. Il nuovo servizio applica il principio di funzionamento della cronologia, dei siti Web visitati, ai risultati delle ricerche effettuate online. Attraverso una struttura ad albero, SearchBar memorizza i risultati di ogni ricerca suddividendoli per argomenti su indicazione dell’utente. Il sistema provvede, inoltre, a memorizzare le pagine visitate, permettendo all’utente di svolgere ricerche anche molto complesse ed estese senza il timore di perdere alcun risultato di ogni singola fase di ricerca.

Mentre il periodo di rilascio per SearchTogether è ormai certo, Microsoft non ha fornito un calendario preciso per l’introduzione di CoSearch e SearchBar.