QR code per la pagina originale

Da Telecom in arrivo la Vdsl, sarà rivoluzione?

,

Il nuovo piano industriale della nuova Telecom firmata Bernabè, salta subito all’occhio il progetto di portare a tutti gli italiani la Vdsl.
Super banda larga, addirittura per i più fortunati 1GBit e per gli “sfortunati”, “solo” 100Mbit. Promesse fantascientifiche addirittura, ma sarà vera rivoluzione?

Non affrettiamoci a pensare che da dopodomani potremmo installare a casa dei datacenter ed avare ancora così tanta banda da vederci i film in streaming ad altissima definizione.
La Vdsl se e quando arriverà davvero sarà solo per pochi, per gli altri ci si dovrà accontentare della classica ADSL.

Ma come funziona e perchè sarà solo per pochi questa super banda larga.
La Vdsl (Very High Speed DSL) permette grandi prestazioni ma a condizioni ben precise.
Solitamente quando si hanno problemi di connessione la causa principale viene imputata all’ eccessiva distanza postazione-centrale, e per eccessiva parliamo di 4-5 km.

Bene, la Vdsl per funzionare bene non deve superare i 300 metri di distanza dallo dslam. Cosa al momento impossibile. E qui sta il grande investimento che la Telecom dovrà fare nei prossimi anni.

Si dovranno installare dslam non solo in centrale (per le ADSL standard), ma direttamente negli armadi di zona. Questo permetterà di ridurre le distanze in gioco e di consentire l’uso di questa nuova tecnologia.

Ma non basta, infatti questi dslam di zona, dovranno essere collegati direttamente alla fibra ottica per sostenere gli elevati carichi a cui saranno soggetti.
Ecco che quindi la fibra dovrà essere portata praticamente fin dentro casa ed è ovvio immaginare che non sarà una lavoro da poco anche se in alcune grandi città è già presente una buona base di partenza.

E qui sta la seconda questione. La Vdsl all’inizio, ma anche “dopo”, sarà disponibile a partire dalle grandi città.
Se vi ricordavate avevamo già parlato di questo progetto, e all’epoca, parlavamo della sola Milano.

Insomma una mezza rivoluzione, anche se a mio parere, sarebbe molto più importante investire l’ingente finanziamento per ristrutturare l’attuale rete telefonica ed internet per ovviare ai mille problemi di ogni giorno.