QR code per la pagina originale

TimeCapsule: la “Apple” della discordia

Il rilascio di TimeCapsule ha destato molta indignazione tra gli utenti di Apple in possesso delle AirPort Extreme Base. Nonostante le promesse, è ancora impossibile effettuare backup via WiFi sugli HDD connessi al router, mentre su TimeCapsule funzionano

,

È in commercio da circa una settimana TimeCapsule, la nuova base WiFi prodotta da Apple. Oltre a fornire connettività con lo standard 802.11n, l’innovativo dispositivo è dotato di un disco rigido per effettuare i backup dei sistemi direttamente sulla rete wireless. Una funzione da tempo attesa, che ha però fatto imbufalire i numerosi possessori della versione precedente della base WiFi. Ma che cosa ha destato tanta indignazione tra gli utenti della AirPort Extreme Base?

Per capirlo occorre compiere qualche passo indietro, naturalmente nel tempo. Nel corso del tradizionale keynote del Worldwide Developer Conference (WWDC) nel giugno 2007, Steve Jobs presentò alla stampa alcune delle principali funzioni di Leopard, il nuovo sistema operativo all’epoca entrato nelle ultime fasi di test e sviluppo. Durante la conferenza, Jobs introdusse TimeMachine, una nuova applicazione compresa nell’installazione di Leopard per effettuare in maniera semplice e automatica i backup del proprio Mac. Il CEO di Apple annunciò, inoltre, che il nuovo Mac OsX avrebbe consentito ai possessori di una AirPort Extreme Base di effettuare i backup via wireless su un hard disk collegato alla base stessa.

Per ragioni tecniche e di tempo, Apple non fu in grado di mantenere la propria promessa al momento del rilascio di Leopard nel corso dell’ottobre 2007: TimeMachine funzionava perfettamente con gli hard disk collegati ai Mac, ma non con i dischi rigidi connessi alla AirPort Extreme Base. Le speranze dei tanti possessori del router della mela si riaccesero qualche settimana più tardi, quando Cupertino rilasciò la prima versione di aggiornamento per il suo sistema operativo. L’illusione di un momento lasciò presto lo spazio a una nuova delusione: il problema dei backup wireless non era ancora stato risolto.

Tra promesse non mantenute, speranze e delusioni, giungiamo al tradizionale appuntamento del Macworld Expo dello scorso gennaio. Tra le tante novità presentate da Steve Jobs, spicca anche un nuovo dispositivo: un ibrido tra un hard disk remoto e una base WiFi. Il nuovo gioiello tecnologico si chiama TimeCapsule e consente agli utenti Mac di avere a disposizione un accesso wireless e un disco rigido su cui effettuare comodamente i backup attraverso l’applicativo TimeMachine.

  1. 1
  2. 2