La crisi di AOL

AOL, la storica società che ha permesso a milioni di utenti di navigare su Internet, sta provando da molto tempo a reinventarsi. Una situazione critica, quella in cui si trova la compagnia, che ha scommesso tutto lanciandosi nel mercato della pubblicità online, per il quale ha speso più di un miliardo di dollari in acquisizioni

AOL, la storica società che ha permesso a milioni di utenti di navigare su Internet, sta provando da molto tempo a reinventarsi. Una situazione critica, quella in cui si trova la compagnia, che ha scommesso tutto lanciandosi nel mercato della pubblicità online, per il quale ha speso più di un miliardo di dollari in acquisizioni (l’ultima risale a venerdì con l’acquisto di Bebo), che però non hanno migliorato la situazione.

Martedì, Jeffrey L. Bewkes, chief executive di Time Warner, la società madre di AOL, ha dichiarato di essere favorevole alla fusione di American On Line con un’altra società. Parlando agli analisti, durante una conferenza a Palm Beach, Bewkes ha espresso un tiepido ottimismo riguardo al futuro, spiegando che la società ha perso terreno nei confronti dei suoi concorrenti.

AOL rappresenta un grande problema con cui Bewkes si trova a fare i conti. Da un lato, Time Warner ha bisogno di una forte operazione su Internet per difendersi dai ribassi nel suo business tradizionale; d’altra parte, AOL è in crisi da anni e non possiede le condizioni economiche necessarie per sopravvivere da sola ancora a lungo.

Dopo il tentativo di un accordo con Microsoft, ora Time Warner sta discutendo un accordo potenziale con Yahoo. Anche il clima all’interno della classe dirigenziale non sembra dei migliori. Recentemente ex dirigenti d’azienda hanno parlato di riunioni accese tra impiegati e lunedì uno dei quattro dirigenti che si è occupato, l’estate scorsa, della Piattaforma A, l’installazione creata per gestire la divisione pubblicitaria, ha lasciato la società.

Nonostante tutto AOL ancora gode di molti vantaggi, derivati in parte dalla forza del suo marchio, e in parte da un reddito, che se pur in costante decremento (-33% rispetto al 2006), ammonta a 5,2 miliardi di dollari. I siti web di AOL attirano 112 milioni di visitatori ogni mese e 9 milioni di americani ancora pagano la società per i suoi servizi.

Se c’è una cosa sulla quale i dirigenti d’azienda sono d’accordo, è che il futuro dei loro affari giace nel vendere pubblicità. Sebbene i ricavi totali, provenienti dal mercato pubblicitario ammontano a 2,2 miliardi di dollari nel 2007, un incremento del 18% rispetto all’anno precedente, il ritmo della crescita è sempre più lento ogni trimestre.

La crisi travolge in pieno AOL che, a quanto pare, non riuscirà a raggiungere gli obiettivi del bilancio per il primo trimestre del 2008 e sarà difficile, secondo molti dei suoi dirigenti senior, che realizzi gli obiettivi di fine anno.

I Video di Webnews

Le novità in arrivo per Google Home

Ti potrebbe interessare
EnduraTalk finalmente compatibile con Windows Vista
Prezzi e tariffe

EnduraTalk finalmente compatibile con Windows Vista

Ascent Telecom ha reso disponibile la sua nuova versione del softphone SIPEnduraTalk supportato anche da Windows Vista. Quest’ultimo sistema operativo di casa Microsoft ha creato non pochi problemi agli utenti di questo softphone SIP a causa dei molteplici blocchi di sicurezza che impedivano il corretto funzionamento del softphone.

Naboko, il Sokoban italiano per iPhone
Imaging

Naboko, il Sokoban italiano per iPhone

Naboko è un clone del famoso gioco Sokoban, gioco in cui devi spostare delle casse sopra dei punti gialli. Per eseguire tale azione si può spostare solo un blocco alla volta e non si può trascinarlo indietro. Naboko per iPhone è sviluppato per mano di un italiano.

Unboxing del MacBook Air
Imaging

Unboxing del MacBook Air

Il momento dell’arrivo di un nuovo gioiellino tecnologico solitamente è accompagnato da tanta emozione. I più geek, come si vede in questo video, registrano anche il momento dell’apertura della scatola (in questo caso del MacBook Air di Apple). Un video inutile? Secondo me è interessante per capire cosa e come arriva.

Vinci con Handycam Sony e Yahoo!
fotografia sony

Vinci con Handycam Sony e Yahoo!

Partecipando al concorso Yahoo! Destination Handycam si avrà la possibilità di vincere uno fantastico week-end in una città europea, e con la selezione finale si potrà vincere anche una lussuosa gita in barca nei Mari del Sud! Il concorso nasce da una collaborazione tra Sony, produttore internazionale di videocamere di ottima qualità, e Yahoo!, noto