QR code per la pagina originale

Windows Mobile sposa Flash Lite e Reader LE

Microsoft distribuirà presto i programmi Adobe Flash Lite e Reader LE ai produttori di telefoni cellulari affinché vengano integrati all'interno delle soluzioni offerte da Windows Mobile. Microsoft intende così andare incontro alle esigenze dell'utenza

,

Adobe ha licenziato a Microsoft due dei suoi programmi più utilizzati per arricchire la navigazione online, nella fattispecie Flash Lite, la versione di Flash espressamente studiata per girare all’interno dei dispositivi mobili e Reader LE, il quale permette di visualizzare i documenti creati utilizzando il celebre programma Adobe Acrobat. Entrambe le soluzioni verranno offerte ai produttori OEM
affinché li integrino all’interno dei prodotti che utilizzano Windows Mobile.

«Le persone vogliono esperienze sul Web vibranti e l’accesso all’intrattenimento e alle informazioni ovunque esse siano», ha dichiarato John O’Rourke, general manager, Mobile Communications Business a Microsoft. «Portando Flash Lite e Reader LE su Windows Mobile i clienti potranno accedere ad un numero sempre maggiore dei loro siti favoriti». Il plug-in Flash Lite 3.x per Internet Explorer Mobile su Windows Mobile permetterà infatti l’accesso anche ai portali particolarmente ricchi di contenuti multimediali e interattivi realizzati tramite la tecnologia Flash, mentre Adobe Reader LE offrirà l’opportunità di visualizzare i sempre più utilizzati file PDF ottimizzando al meglio la resa sui piccoli schemi.

L’accesso ad una maggior varietà di siti sarà in grado di apportare notevoli benefici anche all’industria della pubblicità online e ai carrier, come ha osservato l’analista Julie Ask. Nel 2007 sono stati venduti 11 milioni di telefoni cellulari con Windows Mobile, con una aspettativa quasi doppia per il 2008 e nel mondo sono stati distribuiti oltre mezzo miliardi di apparecchi mobili con Flash preinstallato, con una crescita del 150% anno dopo anno.

Microsoft non ha reso note le cifre dell’acquisizione delle licenze; di certo i programmi rimarranno gratuiti per gli utenti finali.