QR code per la pagina originale

Songsterr: imparare a suonare la chitarra in stile 2.0

,

Il web 2.0, lo abbiamo detto più volte, è ricco di applicazioni curiose, strane, particolari e innovative. Tra tutte spicca sicuramente questa che presentiamo oggi: Songsterr.

Si tratta di uno strumento utilissimo per tutti coloro che intendono imparare a suonare la chitarra o che hanno sempre sognato un modo economico e pratico che non fosse il classico libro in “10 lezioni”. Che come ben sanno tutti coloro che hanno sperimentato la “via dell’autodidatta” si abbandona ben presto in favore delle sperimentazioni casuali.

L’idea di base dell’applicazione è davvero interessante, ma alcuni limiti la rendono ancora decisamente immatura.

Vediamo assieme alcune osservazioni sul funzionamento di Songsterr. Il sito è realizzato in flash e richiede, per il funzionamento, oltre ovviamente al plugin installato una semplice connessione a Internet.

Il funzionamento è spiegato in maniera rapida e veloce, comprensibile a chiunque: non fa differenza essere navigatori abituali del web o semplici curiosi. La semplicità pare essere una delle caratteristiche peculiari del Web 2.0, e di questo, non possiamo che essere felici.

È un prodotto interessante che, a mio modo di vedere, avrei sviluppato in maniera leggermente differente, puntando maggiormente sugli elementi di apprendimento e di comprensione dei meccanismi di funzionamento della chitarra, in modo da garantire una maggiore interazione e un’esperienza di apprendimento decisamente più significativa.

Con un’applicazione del genere risulta non immediato, specie per chi non ha un orecchio musicale ben allenato riuscire a cavarsela e riuscire a imparare veramente.
Uno studio differente delle dinamiche avrebbe reso sicuramente le cose più pratiche e agevoli.

Si tratta comunque di un’applicazione giovane, che paga ancora qualche piccolo difetto nella realizzazione, e ha un database di canzoni davvero modesto. Nel complesso si tratta sicuramente di un progetto interessante, la cui valutazione complessiva non può che essere positiva.
Un sito da tenere d’occhio se non altro per possibili evoluzioni future che permettano di imparare realmente a suonare questo bellissimo strumento.