QR code per la pagina originale

L’università di Siena punta tutto sul wireless

,

370.000 euro di investimenti e 326 hot spot Wi-Fi, questi i numeri significativi del progetto dell’Ateneo Universitario di Siena che ha deciso di portare la banda larga wireless a tutti i docenti e studenti.
Numeri da capogiro se pensiamo che questa mastodontica rete è in grado di reggere sino a 15.000 utenti.

Ma non è tutto, il progetto prevede non solo la copertura dell’università di Siena, ma anche delle sue sedi distaccate di Grosseto ed Arezzo.
Tutto questo ha un nome ed è “UnisiWireless” e parte ufficialmente in questi giorni dopo una nutrita fase di test.

L’idea ha una base di partenza molto semplice: al giorno d’oggi, studenti e professori usano sempre con più frequenza portatili o palmari e necessitano di una connessione a banda larga per le loro ricerche, per inviare documenti e file tramite posta elettronica.

A questa esigenza sempre più pressante risponde questo progetto che porta l’Università di Siena ad essere la rete Wireless più grande mai messa a disposizione di un Ateneo.
Il progetto è stato realizzato con fondi dell’università ed hanno collaborato Telecom, NextraOne e Cisco che ha fornito il supporto hardware Wi-Fi.

L’Ateneo di Siena si dimostra così al passo con i tempi cercando di portare il meglio ai propri studenti.
Non c’è che dire che questo progetto dovrebbe essere adottato anche in altre Università.
Oramai internet fa parte della nostra vita, ancora di più nel mondo studentesco e lavorativo.