QR code per la pagina originale

Il Quality Score e il valore di una keyword

,

Tempo fa ho condotto per un cliente uno studio delle chiavi che aveva come primo obiettivo quello di individuare le keyword potenzialmente a maggior traffico.

Tale studio è sempre molto interessante da condurre in quanto permette di “rivedere” le proprie conoscenze e convinzioni sui trend di un dato settore e poiché è un primo passo significativo per iniziare ad analizzare un certo mercato online.

Durante la mia analisi, ponendo attenzione alle chiavi collegate ad un gruppo di annunci, ho notato una situazione insolita che mi ha portato a una conclusione interessante.

Quando faccio uno studio delle chiavi servendomi di una campagna AdWords mi trovo sempre a dover combattere con un problema di base:

  • per studiare il traffico di ogni chiave devo collegare un annuncio e fare riferimento al valore Impression nel pannello delle keyword del gruppo di annunci;
  • affinché tale valore sia attendibile, devo far sì che l’annuncio venga visualizzato nella prima pagina dei risultati di ricerca.
  • ciò implica, tra gli altri fattori, un CPC massimo sufficientemente elevato e un certo numero di click che contribuiscano a tenere il Quality Score “in tiro”;
  • necessità di click significa utilizzo del budget a disposizione.

In poche parole: servono click ma bisogna fare attenzione a limitare le spese.

Nel cercare di tarare la mia campagna di studio per far fronte a questa “contraddizione”, ho notato qualcosa di strano: nonostante i click su certe chiavi fossero stati soltanto due in un mese, le impression aumentavano, il Quality Score non si abbassava e l’annuncio continuava a rimanere in prima pagina.

Ho riflettuto un po’ e finalmente sono arrivato ad una conclusione; in sostanza, le chiavi su cui si verifica questa situazione “sono affette” da scarsità di traffico attivo lato annunci: se con due click nell’arco di un mese il mio Quality Score è rimasto accettabile (con CTR quasi nullo e impression in ascesa) è lecito supporre che non ci siano stati click sugli annunci.

Morale della favola… al verificarsi di questo fenomeno vi consiglio di non investire su tali chiavi in termini di pay per click.