QR code per la pagina originale

I rumors su Google e Skype si fanno insistenti

,

Che Skype sia in vendita è cosa certa, ma è fuori discussione che a breve potremo vedere un’asta su Ebay (altro servizio facente parte dello stesso gruppo insieme a PayPal) per mettere in vendita Skype, i possibili interessati si sono già fatti avanti, sembra solo che manchi una “zampata” definitiva e chi se non Google potrebbe darla?

Si parla ancora di rumors sulle possibili intese tra Google e Skype ma le cose non sono poi così fantascientifiche, il tira e molla prosegue da Novembre 2007, data in cui Google si è fatto avanti e si è scoperto sul mercato per l’acquisizione del software di VoIP più diffuso al mondo.

La situazione sembra si sia “risvegliata” proprio agli inizi di Aprile, che Google abbia pensato ad un pesce di aprile a risonanza mondiale o forse ha agito in quel giorno (1° Aprile) proprio per camuffare l’argomento?

Skype, fa parte della triade composta con Ebay e PayPal, acquisita nel 2005 per la cifra enorme di 3,1 miliardi di dollari, ora conta quasi 280 milioni di utenti registrati e 115 milioni di dollari di ricavi ottenuti lo scorso trimestre, in crescita continua.

Se si guarda i servizi che Google può offrire, Skype sarebbe la ciliegina sulla torta per i propri “clienti”, inoltre si porterebbe dietro parecchi utenti affezionati a Skype che potrebbe convertire all’utilizzo di altre applicazioni Google oriented, insomma un ottimo sostituto del poco utilizzato Google Talk.

Una macchina da guerra quella di Google, che sembra non voler sbagliare un colpo e ponderare molto bene i suoi acquisti, da parte del gruppo detentore di Skype invece le possibilità di vendita sono ancora incerte in quanto la vendita a Google rinforzerebbe un diretto concorrente.

Che possa uscirne una collaborazione tra due colossi del web?

Personalmente lo escludo in quanto Google sembra voler gestire da se il predominio su internet, già la perdita delle vendite all’asta, guerra persa in partenza con Ebay, come il tentativo di un sistema di pagamento alternativo a PayPal (esperimento provato da Google in America), non penso possa far propendere Google a delle collaborazioni, voi che ne dite?