QR code per la pagina originale

Bundle MacHeist ed alternative freeware

,

Abbiamo già parlato del nuovo bundle di MacUpdate, ma in questi giorni è attiva anche l’offerta di MacHeist, che propone 12 applicazioni al prezzo di 49$.

L’offerta è sicuramente molto conveniente, ma c’è da dire che alcuni potrebbero non essere disposti a spendere questa cifra o più semplicemente non essere interessati a tutti i software che fanno parte dell’iniziativa.

Per questo motivo Lifehacker ha compilato una lista di software gratuiti, equivalenti a quelli contenuti nel bundle.

Awaken trasforma il vostro Mac in una sveglia (si integra con iTunes e supporta le playlist ed il telecomando Apple Remote) ma si può ottenere lo stesso risultato installando Aurora 3 (la versione 4 è a pagamento ma lo sviluppatore continua a rendere disponibile la 3) o Alarm Clock 2.

Cha Ching è un software per la gestione del denaro, che trova una valida alternativa in una Web application utilizzabile con una semplice registrazione (gratuita): Mint.

Passiamo a CoverSutra, che aggiunge funzionalità ad iTunes, permettendo di controllarlo da ogni altra applicazione con la quale si stia lavorando. Le alternative proposte sono DeskTunes e You control: Tunes.

Se avete bisogno di un gestore della clipboard, il bundle contiene iClip, che mantiene traccia degli appunti e ne conserva una cronologia, ma lo stesso lavoro è svolto egregiamente anche dal più completo QuickSilver, o da Jumpcut.

Overflow costituisce l’equivalente del menù Start di Windows sul vostro Mac; ma per trovare e accedere velocemente a programmi e documenti si può ricorrere ancora una volta a QuickSilver o, se utilizzate Leopard ricorrere agli Stacks.

Wallet si occupa di custodire in sicurezza informazioni sensibili quali password, numeri di serie, numero della carta di credito; ma perchè acquistarlo se è disponibile un’alternativa freeware: KeePassX?

Amate scrivere senza distrazioni? WriteRoom potrebbe fare al caso vostro. Ma prendete in considerazione anche le alternative gratuite JDarkRoom e DarkCopy.

Infine XSlimmer, che libera lo spazio inutilmente occupato dai language pack delle applicazioni installate; Onyx non ha questa stessa funzione ma permette comunque di liberare spazio eliminando file inutili.

Allora a conti fatti risulta ancora conveniente l’offerta di MacHeist?