QR code per la pagina originale

Come effettuare una foto in condizioni di scarsa illuminazione (prima parte)

,

Dopo l’introduzione in questa prima parte ci occuperemo di sfruttare al massimo una compatta che non è dotata di una modalità manuale, ma che presenta l’opzione notturna, ormai integrata in quasi tutte le fotocamere.

Se eviteremo di parlare di come scattare una foto ad una persona in posa, perché facilmente eseguibile con l’ausilio del flash, cercheremo di capire come poter immortalare un bel paesaggio notturno anche con macchine di piccole dimensioni e con capacità limitate.

Per prima cosa bisogna fare ben attenzione alla scelta della macchina preferendo sempre (o quasi) fotocamere che adottano una ottica di buona fattura e non facendosi ingannare dai tanti megapixel che ormai tutte le case pubblicizzano come la parte fondamentale del dispositivo (per chiarire questo punto rimando a un precedente post).

Una volta in possesso di una buona macchina possiamo cominciare a effettuare le nostre prove su campo, impostiamo la modalità notturna e fissiamo stabilmente la nostra macchina su un piedistallo o su un supporto fisso (questo eviterà che le nostre foto vengano mosse). Adesso siamo pronti a scattare la nostra prima foto notturna. Un piccolo trucco che consiglio sempre è quello di scattare una foto in modalità autoscatto (2 sec) in modo che non ci sia nemmeno una possibilità che la macchina venga mossa durante la posa.

Se la foto dovesse uscire ancora troppo scura la soluzione per questo tipo di macchine è quella di aumentare la sensibilità ISO (ormai molte macchine arrivano anche a 6400 ISO), questo, se da un lato migliorerà la luce nella foto, dall’altro ci sarà un fastidioso effetto “noise” o rumore che degraderà la qualità dell’immagine

Se ancora la foto dovesse uscire scura, la cosa migliore è quella di dirigersi verso una macchina che possegga una modalità manuale.