QR code per la pagina originale

Assemblaggio di un computer fai-da-te (Parte quinta)

,

Dopo i post precedenti, in questa “puntata” parleremo di BIOS e overclock. Per prima cosa accendiamo il computer, e, appena la schermata visualizzerà la scritta con cui, tramite la pressione del tasto “Canc” o altro tasto (fate sempre riferimento al manuale della mainboard), ci permette di visualizzare le pagine di configurazione del BIOS.

Normalmente le mainboard di ultima generazione dispongono di un BIOS autoconfigurante, ovvero, al primo avvio questo programma è in grado di leggere la configurazione hardware del nostro computer, riconoscendo l’hard disk (o gli hard disk), il masterizzatore, la velocità della memoria installata e, se è configurata Dual Channel, il chipset installato, la CPU e la sua velocità, poi, vi sono i parametri opzionali come la scheda audio on-board, la scheda video on-board, la scheda di rete, ed eventualmente una configurazione di hard disk in RAID, e, molte altre opzioni.

Configurare il Bios, a volte può dare la possibilità di sfruttare meglio la potenza disponibile, in alcuni casi è anche possibile arrivare all’overclock delle prestazioni, sia della memoria che della CPU, ma, la pratica dell’overclock è vivamente sconsigliata, per 2 motivi essenziali: decadimento della garanzia e surriscaldamento del processore.

Per descrivere tutte le funzioni presenti in un moderno BIOS sarebbe necessario scrivere un libro vero e proprio, quindi, prendiamo come riferimento una delle prime affermazioni, cioè che un BIOS di ultima generazione riconosce e configura le periferiche installate nel computer e quindi, in questo articolo finale prenderemo in considerazione solo l’overclock.

Per overclock si intende la possibilità di incrementare le performance del proprio sistema, innalzando la velocità del bus e la velocità della CPU, devo ricordare, come ho scritto più sopra, che la pratica dell’overclocking invalida la garanzia dei produttori, in quanto è possibile danneggiare sia la mainboard che la CPU.

I BIOS presenti nelle varie mainboard in commercio sono diversi, ma, molto simili, per cui la descrizione che seguirà può essere applicata su molte mainboard, ma non su tutte, è perciò possibile che la mainboard in vostro possesso non abbia disponibile questa pagina, per procedere accediamo alla pagina Advanced ed esaminiamo le voci presenti:

  • CPU External Freq. (MHz) : Da impostare seguendo le specifiche del vostro processore – Provare ad aumentare la frequenza in Mhz senza che il sistema denoti problemi di instabilità, nel qual caso basterà rientrare nella pagina del BIOS e diminuire la frequenza e riprovare.
  • CPU Frequency Multiple Setting: AUTO
  • CPU Frequency Multiplier: Da impostare seguendo le specifiche del vostro processore – Se il processore lo permette è possibile aumentare il moltiplicatore per innalzare la frequenza di clock della Cpu
  • System Performance: Optimal
  • CPU Interface: Optimal
  • Memory Frequency: I maggiori produttori di memorie inseriscono un chip di controllo sulla barretta di memoria, questo chip suggerisce al bios le informazioni necessarie sulla memoria installata, l’opzione migliore quindi è AUTO
  • Memory Timings: Optimal
  • FSB Spread Spectrum: Disabled – Non modificate questo parametro in quanto potreste avere diversi problemi in quanto, con questo parametro attivo viene variata la velocità del Front Side Bus costantemente, creando quindi sicure instabilità nel sistema
  • AGP Spread Spectrum: Disabled – Vale la stessa valutazione del parametro precedente
  • CPU VCore Setting: AUTO
  • CPU VCore: Da impostare seguendo le specifiche di alimentazione del vostro processore – Qui, il consiglio che vi posso dare per overclockare la CPU è di provare aumentando il voltaggio di 0,5 volt (se le impostazioni lo permettono) a passo, in modo che se si presentano instabilità del sistema o riavvii improvvisi, sarà sufficente rientrare nella pagina del bios e scendere di tensione di 0,5 v. a passo fino ad ottenere la stabilità del sistema.
  • Video RAM Cacheable: Enabled – Questo parametro permette un miglior uso della memoria integrata nella scheda video
  • DDR Reference Voltage: 2.6V – Questo parametro permette di gestire il voltaggio delle memorie installate – Fare riferimento a quanto scritto sulla targhetta delle memorie stesse, innalzare la tensione non determina alcun miglioramento nelle prestazioni
  • AGP 8X Support: Abilitate questo parametro se la vostra scheda video supporta l’AGP 8X e solo se avete montato una scheda video AGP
  • AGP Fast Write Capability:Enable – Questo parametro, sempre che abbiate montato una scheda video AGP altrimenti deve essere Disable, permette di poter contare su circa il 10% di prestazioni in più della scheda video, è consigliato effettuare dei test per verificare che le impostazioni siano pienamente compatibili col sistema.

Con questo articolo è terminato l’assemblaggio del computer, non rimane che installare il sistema operativo e tutti i programmi necessari al buon funzionamento del sistema.