QR code per la pagina originale

In arrivo le prime offerte WiMax di Ariadsl e Linkem

,

A seguito di alcune anticipazioni l’offerta di lancio per il WiMax da parte di AriADSL sarà 4Mbit in download e 4Mbit in upload, chiamate VoIP illimitate e tutto per solo 20? al mese. .
Non c’è che dire, una notizia davvero interessante per chi abita in Umbria dove questo provider da Luglio in poi renderà attiva la sua prima rete WiMax.

Ma non solo Umbria, perché AriADSL disponendo di licenze che le permettono di coprire tutta l’Italia, nei mesi successivi conta già di raggiungere con la sua rete molte altre regioni.
Ma AriADSL non è la sola che sta “scalpitando” nell’attesa di dare il via alle proprie offerte wireless.

Anche Linkem è oramai ai nastri di partenza per l’attivazione della sua prima rete WiMax a Bari. Ma non solo Bari perché da quest’estate attiverà un’altra rete WiMax anche nella provincia di Brescia dove questo operatore dispone già di una rete Hiperlan e quindi possiede infrastrutture proprietarie.

Ma anche per questo operatore che possiede molte licenze regionali partirà una progressiva espansione. Prima ovviamente per le zone di maggiore interesse e poi anche per i territori dove la banda larga è già presente in quanto il WiMax può presentare una valida alternativa.

Già perché viene reso noto che per collegarsi alla rete sarà sufficiente dotarsi di un modem/router particolare fornito dal provider che senza bisogno di antenne esterne potrà connettersi alla rete.
Solo per chi dista svariati chilometri dal ripetitore WiMax dovrà dotarsi di un’antenna ricevente da porre sul tetto o su una finestra di casa.

Anche se probabilmente questa eventualità aumenterà di molto se tra l’utente e il ripetitore ci saranno molti ostacoli anche con distanze teoriche ridotte.
Si nota già, una grande flessibilità d’uso che permetterà di realizzare reti interessanti, tant’è che la stessa Telecom sta pensando di utilizzare il WiMax anche in ambito metropolitano per sopperire alle tratte di doppino difettate o per allacciare quartieri troppo lontani dalle centrali e dove l’ADSL è un sogno.