QR code per la pagina originale

Carl C. Icahn riapre la partita Yahoo Microsoft

,

Per Microsoft e Yahoo la partita ancora non è definitivamente chiusa. L’accordo più longevo e discusso del mondo HiTech ha in serbo un altro capitolo per arricchire la saga.

Questa volta il protagonista è l’azionista multimilionario “Carl C. Icahn” che ha pianificato una strategia di tipo “proxy fight” al fine di presenziare all’interno del board di Yahoo. Lo scopo è fare pressioni verso una ripresa delle trattative tra le due major.

Un’impresa ardua se fatta da solo, meno difficile se a dargli una mano c’è John Paulson che ai 50 milioni di azioni di Icahn aggiunge altri 50 milioni. L’obiettivo dei due è quello di far abdicare Yang (l’attuale AD di Yahoo), che ha sbattuto la porta in faccia a Microsoft, e sostituirlo con un’amministrazione più propensa ad accettare offerte come quella fatta dalla casa di Redmond. Le possibilità della riuscita sono buone se consideriamo il forte disappunto degli azionisti nei confronti della tattica di Yahoo riguardo l’OPA di Microsoft.

Riusciranno i due a riaprire le trattative e a far sostituire Yang? La risposta al quesito arriverà a inizio Giugno quando ci saranno le votazioni per il nuovo CdA.

I malpensanti potrebbero dire che dietro i due azionisti c’è la lunga mano di Microsoft, anche se tale possibilità non è mai stata messa in luce.

È iniziata l’offensiva ostile di Microsoft? Un uomo influente come Icahn (insieme a John Paulson) potrebbe realmente riaprire la trattativa?