Prime immagini e specifiche per l’Eee PC Desktop

Come più volte annunciato, Asus prevede il lancio sul mercato di una versione desktop del suo Eee PC. In Rete è possibile trovare le prime immagini e alcuni dettagli tecnici riguardanti il “fratello” del fortunato subnotebook.Il nome del prodotto sarà Eee BOX B202 e, molto probabilmente, potrà essere ammirato al Computex di Taipei, previsto il

Come più volte annunciato, Asus prevede il lancio sul mercato di una versione desktop del suo Eee PC. In Rete è possibile trovare le prime immagini e alcuni dettagli tecnici riguardanti il “fratello” del fortunato subnotebook.

Il nome del prodotto sarà Eee BOX B202 e, molto probabilmente, potrà essere ammirato al Computex di Taipei, previsto il prossimo mese di Giugno.

Il PC sarà equipaggiato con un processore Intel Atom, un chipset della serie 945, 1 GB di memoria DDR2 e un hard disk tradizionale da 80 GB. Il peso complessivo sarà di circa 1 Kg, mentre il sistema operativo preinstallato sarà Linux.

Non è ancora noto se Asus proporrà una versione con Windows XP, ma leggendo le prime specifiche tecniche, si può facilmente vedere che soddisfano quasi in tutto i vincoli imposti da Microsoft per poter acquistare licenze a basso costo del suo “vecchio” sistema operativo.

Ovviamente è ancora presto per parlare di date di commercializzazione e prezzi, ma alcune indiscrezioni parlano di un costo di 199 dollari.

Ti potrebbe interessare
BSkyB: la pay tv arriva dal web in streaming
Web e Social

BSkyB: la pay tv arriva dal web in streaming

Per tutti i cittadini britannici non sarà più necessario possedere la parabola o avere accesso alla fibra ottica per vedere la paytv. Tra pochi mesi il bouquet BSkyB sarà infatti disponibile online, in streaming, partendo dalla programmazione sportiva

Microsoft non spingerà per una fusione con Yahoo
fusione itunes

Microsoft non spingerà per una fusione con Yahoo

In un’intervista rilasciata lo scorsa settimana al quotidiano Financial Times, Ray Ozzie, capo della progettazione di Microsoft, dichiara che la società nell’ottica di un ipotetico accordo con Yahoo, non vuole spingere sulla fusione della sua piattaforma tecnologica con quella del motore di ricerca, sebbene significhi ritardare alcuni benefici degli investitori, quantomeno nel breve periodo. La

E-commerce italiano: povero, ma in crescita
Business

E-commerce italiano: povero, ma in crescita

Una ricerca Netcomm ha evidenziato i dati relativi al settore e-commerce italiano: i numeri sono ancora molto piccoli (l’1.3% del totale contro il 6% europeo ed il 10% statunitense), ma il trend è di grande crescita ed è confermato anche per il 2007