QR code per la pagina originale

Nuovo smartphone BlackBerry Bold con HSDPA

,

RIM ha annunciato il suo ultimo modello, denominato Blackberry Bold. È evidente che non si tratti di un caso, dato il look “dark” con cui si presenta lo smartphone. Le linee sono morbide ed eleganti, a ricordare quelle della serie Curve.

Leggendo le caratteristiche, la specifica che credo possa aver un buon riscontro nel mercato europeo è la compatibilità con la tecnologia HSDPA, che consente di raggiungere la massima velocità di scambio dati attualmente disponibile.

Il processore da 624 MHz dovrebbe incrementare le performance di sistema, rendendo ancora più snella l’operatività complessiva. Vantaggio che dovrebbe riversarsi anche sul comparto multimediale per gestire senza incertezze immagini, audio e video. Con BlackBerry Media Sync si possono poi trasferire i file musicali tra la versione desktop di iTunes e lo smartphone stesso. La fotocamera si ferma a 2MP, con flash e zoom digitale 5x.

La memoria disponibile è di 128 MB Flash più 1 GB di storage, espandibile con memory card in standard di ultima generazione SD/SDHC, attraverso uno slot accessibile lateralmente. È stata confermata la pratica tastiera QWERTY, favorendo l’azione di input, anche se i tasti risultano forzatamente sottodimensionati.

La comoda trackball agevola i movimenti tra i menu e i passaggi fra le diverse applicazioni. Risulta inoltre decisamente pratica durante lo scorrimento delle pagine web, facendo il verso alla rotellina del mouse.

Un altro aspetto di rilievo del BlackBerry Bold è la presenza di un modulo GPS integrato in grado di assistere gli spostamenti degli utenti mediante l’applicazione di navigazione satellitare BlackBerry Maps.

La presenza del WiFi può aiutare a ridurre i costi di gestione, spalancando anche le porte alla comunicazione VoIP. Rinnovato lo schermo LCD, che supporta la risoluzione 480×320 punti, per consentire di apprezzare meglio i dettagli delle immagini. Anche la rappresentazione dei colori dovrebbe risultare più brillante.

La potenza del processore è stata incrementata anche per favorire il multitasking, riuscendo per esempio a telefonare mentre si sta ricevendo un allegato di posta elettronica. La conferma che si tratti di uno smartphone orientato al business e alla produttività arriva dalla suite Documents To Go fornita in dotazione, ottimamente compatibile con Microsoft Office.

Non rimane che attenderne l’arrivo in Italia, previsto per la prossima estate, per capire il reale impatto che potrà avere sul segmento affari, sicuramente influenzato dal prezzo con cui verrà proposto.