QR code per la pagina originale

La CPU Bloomfield entra nella nuova roadmap Intel

,

Intel si avvicina sempre più alla data di commercializzazione dei processori basati sulla nuova architettura Nehalem. Iniziano dunque a diffondersi le prime informazioni dettagliate sulle CPU di fascia desktop.

I primi modelli che vedranno la luce, probabilmente già durante il mese di Settembre, sono rivolti al settore server e workstation: Gainestown per sistemi a doppio processore e Beckton per sistemi multiprocessore.

Verso la fine dell’anno verranno annunciate tre versioni quad core dedicate al settore desktop, che avranno il nome in codice Bloomfield, ognuna delle quali verrà assegnata a una diversa fascia di mercato.

Per la fascia “Extreme” sarà proposta una CPU Bloomfield con frequenza pari a 3,20 GHz, velocità del bus QPI (QuickPath Interconnect) pari a 6,4 GTransfers/s e controller di memoria integrato con supporto DDR3 a 1333 MHz.

Per la fascia “Performance” sarà proposta una CPU Bloomfield con frequenza pari a 2,93 GHz, velocità del bus QPI pari a 4,8 GTransfers/s e controller di memoria integrato con supporto DDR3 a 1066 MHz.

Per la fascia “Mainstream” infine sarà proposta una CPU Bloomfield con frequenza pari a 2,66 GHz, velocità del bus QPI pari a 4,8 GTransfers/s e controller di memoria integrato con supporto DDR3 a 1066 MHz.

Tutti i nuovi processori avranno una cache L3 da 8 MB condivisa tra i quattro core, un TDP massimo di 130 W e adotteranno il nuovo socket LGA1366.

Finora non si conosce nessuna informazione in merito alla presentazione delle versioni quad core e dual core di fascia media, che portano i nomi in codice di Lynnfield e Havendale (settore desktop), e di Clarksfield e Auburndale (settore notebook).

Sul sito AnandTech è presente un test in anteprima della CPU Boomfield a 2,66 GHz installata su una scheda madre con chipset Intel X58.